dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 27 aprile 2011

Vittime della strada a Pasqua: +54,5%

Nell’esodo vacanziero di quest’anno registrati 34 decessi rispetto ai 22 del 2010

Vittime della strada a Pasqua: +54,5%

E' un bilancio tragico quello dei decessi sulle strade nell'ultimo ponte di Pasqua: hanno perso la vita 34 persone a causa di incidenti stradali, con un aumento pari al 54,5% rispetto allo stesso ponte del 2010, quando i morti sulle strade sono stati 22. Guardando anche agli anni precedenti, il bilancio della Pasqua 2011 è stato simile a quello del 2009 (36 i morti registrati), ma ancora più pesante di quello 2008 (32 morti). Alto anche il numero dei morti sulle due ruote: quest'anno sono stati 11 i centauri deceduti in altrettanti incidenti stradali, mentre nel 2010 furono 9 e nel 2008 il bilancio si fermò ad 8.

"L'aumento di oltre il 50% dei morti sulle strade nell'ultimo week end di Pasqua rispetto alla stessa festività di un anno fa, coincidente con il primo fine settimana di aprile, ci porta ad una drammatica constatazione: non si deve mai abbassare la guardia sulla sicurezza stradale", ha commentato il presidente della Fondazione ANIA per la sicurezza stradale Sandro Salvati. "Purtroppo i moniti lanciati alla vigilia delle partenze sono risultati vani - ha spiegato Salvati - e non abbiamo confermato il trend in ribasso degli ultimi anni. E' assurdo constatare che abbiamo compiuto un passo indietro di 2 anni, avvicinandoci ai livelli del 2009 e superando addirittura quelli del 2008. E' obbligatoria una riflessione su questi numeri. Dobbiamo capire che la battaglia per la sicurezza stradale non è né vinta né finita".

Autore:

Tag: Attualità , incidenti , sicurezza stradale


Top