dalla Home

Eventi

pubblicato il 26 aprile 2011

Salone di Tokyo 2011, il motorshow della rinascita

Confermato l'evento nipponico dal 2 all'11 dicembre e ci saranno tutti

Salone di Tokyo 2011, il motorshow della rinascita

Nonostante le avversità provocate dal terremoto dell'11 marzo, l'industria dell'auto giapponese si è data appuntamento a fine anno, dal 2 all'11 dicembre, per il Salone di Tokyo 2011. Lo ha confermato oggi la JAMA (l'associazione dei costruttori giapponesi), diramando la lista dei marchi presenti, location e date definitive della 42esima edizione dell'evento a cadenza biennale più importante per il settore automotive del Giappone.

GLI STRANIERI DI TOKYO
Rispetto all'edizione 2009, quando a causa della crisi parteciparono solo costruttori giapponesi, il Tokyo Motor Show 2011 registra il ritorno delle Case straniere: saranno 22 gli espositori esteri presenti nelle aree dedicate alle vetture, alle moto, ai veicoli commerciali e nella sezione "Carrozzeria" che ospita i car designer. Dunque un bel salto in avanti rispetto al 2009, quando furono solo 9. Hanno già dato la propria adesione Alpina, AMG, Audi, BMW, Citroen, Jaguar, KTM, Land Rover, Mercedes-Benz, MINI, Peugeot, Renault, Saab, smart e Volkswagen per quanto riguarda le auto, mentre per i veicoli commerciali saranno presenti i coreani di Hyundai, la svedese Volvo Truck e per le due ruote, come unico marchio straniero insieme alla taiwanese Kymco, l'italiana Adiva.

GIAPPONESI IN PRIMA LINEA
Scontato il pienone dei brand giapponesi, dal momento che l'organizzatore del Salone di Tokyo è la JAMA che li riunisce: saranno 15. A fare gli onori di casa saranno dunque Daihatsu, Honda, Lexus, Mazda, Nissan Mitsubishi, Subaru Suzuki e Toyota. Alcuni di questi saranno presenti, come da tradizione, anche in qualità di costruttori motociclistici insieme a Kawasaki e Yamaha, per un totale di 175 espositori da 11 paesi includendo la miriade di produttori di componentistica, istituzioni ed associazioni.

SI TORNA A TOKYO
Il Salone di Tokyo 2011 sarà aperto al pubblico dal 2 all'11 dicembre (30 novembre e 1 dicembre le giornate di preview per stampa e operatori), quindi più avanti rispetto alla tradizionale collocazione fra fine ottobre e inizio di novembre, in modo da evitare sovrapposizioni con il Salone di Francoforte 2011, che si terrà fra il 15 e il 25 settembre. Peculiarità di questa 42esima edizione è poi il ritorno a Tokyo dopo 24 anni dopo una lunga parentesi nella periferica Makuhari Messe. La 42esima edizione si terrà al centro congressi Tokyo Big Sight, un complesso di 82.660 mq situato nell'area di Ariake - Odaiba, nel "waterfront" della capitale. Il periodo di apertura è stato accorciato di tre giorni, ma includerà due weekend in modo da favorire l'affluenza del pubblico.

SMART MOBILITY CITY
Il tema del Salone di Tokyo 2011, evento tradizionalmente foriero di grandi innovazioni tecnologiche, è "Mobility can change the world". Sotto questo imperativo al Tokyo Big Sight sarà allestita la "SMART MOBILITY CITY 2011", ovvero una cittadella in cui saranno ospitati prototipi e concept che anticipano il futuro della mobilità e le tecnologie legate allo sviluppo della mobilità sostenibile, con seminari, mostre e test drive aperti al pubblico e agli specialisti di settore. Un modo di rivendicare la leadership nell'innovazione del Giappone dall'incalzante concorrenza del Dragone cinese, che con i Saloni di Pechino e Shanghai si fa sempre più ingombrante.

Autore:

Tag: Eventi , auto giapponesi , giappone , tokyo


Top