dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 21 aprile 2011

La sicurezza stradale si impara giocando

Grazie al Progetto Icaro i bambini vengono educati alle regole della strada

La sicurezza stradale si impara giocando
Galleria fotografica - Progetto Icaro. Sicurezza stradale per i bambiniGalleria fotografica - Progetto Icaro. Sicurezza stradale per i bambini
  • Progetto Icaro. Sicurezza stradale per i bambini - anteprima 1
  • Progetto Icaro. Sicurezza stradale per i bambini - anteprima 2
  • Progetto Icaro. Sicurezza stradale per i bambini - anteprima 3
  • Progetto Icaro. Sicurezza stradale per i bambini - anteprima 4
  • Progetto Icaro. Sicurezza stradale per i bambini - anteprima 5
  • Progetto Icaro. Sicurezza stradale per i bambini - anteprima 6

Imparare giocando. E' così che centinaia di bambini si sono avvicinati per la prima volta alle regole della strada. I futuri automobilisti si sono messi il caschetto ed hanno pedalato su tricicli lungo la riproduzione di un percorso urbano, si sono cimentati in una caccia al tesoro per ricostruire la divisa del poliziotto come riferimento nei momenti di difficoltà ed hanno partecipato ad un gioco per richiamare l'attenzione sulle cinture di sicurezza. Regista dell'iniziativa è stata la Polizia di Stato, che insieme al Ministero dell'Istruzione e alla Fondazione ANIA delle Compagnie di Assicurazione per la Sicurezza Stradale ha promosso anche quest'anno il Progetto Icaro, che in dieci anni ha coinvolto oltre 90.000 studenti di 156 città italiane. Stavolta però l'iniziativa dedicata alla sicurezza stradale si è concentrata sui più piccoli, cioè sui bambini dai 3 ai 6 anni, nella convinzione che un'educazione precoce e continua sui temi della legalità contribuisca alla formazione di coscienze consapevoli.

Con la collaborazione del Dipartimento di Psicologia della Sapienza, Università di Roma e del Moige (Movimento Italiano Genitori), il Progetto Icaro si è concluso ieri a Roma, dopo aver toccato Varese, Santa Margherita Ligure, Caserta e Catania. Il Progetto Icaro, giunto alla sua 11esima edizione, ha permesso a tantissimi bambini di praticare, oltre ai giochi già elencati, un laboratorio per attività manuali in argomento e di vedere le moto della Polizia Stradale e di salire a bordo del Pullman Azzurro. Come mascotte e filo conduttore della campagna, la Scuola Internazionale dei Comics di Roma ha poi ideato un breve cartone animato in cui tre fratellini fantasticano alla guida di una magnifica automobile decapottabile rossa, dove vince chi rispetta le regole, indossando la cintura di sicurezza, fermandosi sulle strisce e con il semaforo giallo. Così si è cercato di creare una comunicazione a misura di bambino, con messaggi chiari, semplici e immediati che possano far crescere con più coscienza gli automobilisti di domani. Non dimentichiamo infatti che sebbene gli incidenti stradali in questi primi tre mesi dell'anno sono diminuiti (-11% secondo i dati rilevati dalla Polizia Stradale e dall'Arma dei Carabinieri), restano la prima causa di morte tra i giovani.

Autore:

Tag: Curiosità , sicurezza stradale


Top