dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 12 aprile 2011

I politici italiani provano l'auto elettrica

In nove, sorpresi e divertiti, al volante della nuova Nissan Leaf

I politici italiani provano l'auto elettrica
Galleria fotografica - I politici italiani provano la Nissan LeafGalleria fotografica - I politici italiani provano la Nissan Leaf
  • I politici italiani provano la Nissan Leaf - anteprima 1
  • I politici italiani provano la Nissan Leaf - anteprima 2
  • I politici italiani provano la Nissan Leaf - anteprima 3
  • I politici italiani provano la Nissan Leaf - anteprima 4
  • I politici italiani provano la Nissan Leaf - anteprima 5
  • I politici italiani provano la Nissan Leaf - anteprima 6

Provare per credere. Un principio sacrosanto che vale a maggior ragione quando un prodotto è nuovo ed percepito come "strano" semplicemente perchè non lo si conosce abbastanza. E' il caso dell'auto elettrica, da qualche tempo pronta a diventare realtà per essere guidata tutti i giorni, ma ancora circondata da molti pregiudizi. A conoscerla poco sono innanzitutto coloro che dovrebbero decidere circa il suo futuro, incentivandone la diffusione: i politici. La buona notizia di oggi è che mentre in Parlamento è tornato d'attualità il tema incentivi, alcuni deputati sono scesi in campo, o meglio su strada, per conoscere meglio questo tipo di auto guidandola in prima persona. L'iniziativa è stata promossa da Nissan Italia che ha invitato i componenti delle Commissioni Trasporti e Attività Produttive a provare la Leaf, l'elettrica di serie già venduta in diversi paesi d'Europa, negli Stati Uniti e in Giappone. Inizialmente scettici sulle sue prestazioni, la rappresentanza dei nostri politici si è dichiarata molto soddisfatta ed ha ammesso di essersi perfino divertita. Ma vediamo com'è andata.

PRIMA LA TEORIA
Per capire meglio l'auto elettrica e in particolare la Leaf (eletta Auto dell'Anno 2011), il test drive è stato preceduto da un'intervento dell'Amministratore Delegato della Nissan Italia, Andrea Alessi, che ha illustrato l'approccio ambientale di Nissan, che con Leaf inaugura un modello di mobilità sostenibile a zero emissioni e che comprende prodotti, tecnologie e investimenti, coinvolgendo tutti gli attori capaci di influenzare il processo di cambiamento. Alessi ha riassunto le allenaze e le joint venture in atto per promuovere e sviluppare l'auto elettrica e alla fine "gli ospiti" si sono confermati molto partecipi e curiosi. In particolare hanno chiesto maggiori dettagli sulle capacità dell'auto, quali sono i suoi consumi e fino a quale chilometraggio è garantita la sua autonomia.

SILENZIO SI GUIDA
Usciti dall'Auditorium, gli Onorevoli si sono avvicinati alle Leaf ed hanno chiesto maggiori dettagli ai responsabili Nissan, che gli hanno spiegato i particolari dell'auto. Sono stati poi formati 4 equipaggi, composti ciascuno da tre Onorevoli ed un responsabile Nissan, che hanno provato su strada la Leaf per circa 30 minuti su un percorso extraurbano. "E' stato divertentissimo", ci ha detto l'On. Manuela Dal Lago, spiegandoci però che non ci sono parole per descrivere le sensazioni di guida di un'auto elettrica. In generale a colpire di più i Parlamentari, che per la maggior parte non avevano mai guidato un'auto a zero emissioni, è stato il silenzio della vettura e la sua stabilità. Tuttavia, a restare più impresso nella loro mente è il fatto che si tratta di "una vera auto", che nulla ha da invidiare a quelle a combustione tradizionale. "La prova è stata molto importante perché sull'auto elettrica c'è molto scetticismo", ci ha confermato più di un Onorevole. "Mi auguro che la testimonianza tangibile della guida della Leaf, che Nissan ha già commercializzato in 3 continenti, possa contribuire in maniera più incisiva e convincente ad introdurre al più presto anche in Italia le normative allo studio, volte a favorire lo sviluppo e l'incentivazione della mobilità elettrica", ha detto Andrea Alessi, dicendosi orgoglioso per Nissan Italia di ospitare "gli illustri Presidenti e la delegazione presente delle Commissioni Parlamentari".

CHI C'ERA
Oltre ai Presidenti delle due Commissioni, gli Onorevoli Mario Valducci e Manuela Dal Lago, hanno partecipato all'Audizione e alla prova su strada: per la IX Commissione dei Trasporti, gli Onorevoli Giorgio Simeoni e Carlo Monai; per la X Commissione delle Attività Produttive gli Onorevoli Andrea Lulli, Lella Golfo, Gabriele Cimadoro e il Consigliere Dott.ssa Elisabetta Mirra. Presenti all'incontro, tra gli altri, anche Gianni Filipponi, Direttore Generale dell'UNRAE, l'Associazione che rappresenta le Case estere in Italia, che ha potuto ribadire la propria posizione già espressa in Parlamento all'Audizione dello scorso 25 febbraio e che ha voluto anche lui guidare la Nissan Leaf.

Galleria fotografica - Nissan LeafGalleria fotografica - Nissan Leaf
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 1
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 2
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 3
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 4
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 5
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 6

Autore:

Tag: Attualità , Nissan , mobilità sostenibile , auto elettrica , VIP , lifestyle


Top