dalla Home

Mercato

pubblicato il 11 aprile 2011

L'auto trascina giù la Borsa di Tokyo

Toyota ha perso il 2,4%, Honda il 2,2% e Nissan il 2,4%. E' l'effetto tsunami

L'auto trascina giù la Borsa di Tokyo

Il terremoto e lo tsunami dello scorso 11 marzo sono arrivati alla Borsa di Tokyo, che oggi ha chiuso in ribasso con l'indice Nikkei a -0,5% e il Topix a -0,1%. A pesare di più, come si legge sulle agenzie di stampa, è stato il settore auto, che ha molto risentito del grave disastro ambientale. La banca d'affari Citigroup ha tagliato il suo rating sul settore giapponese dell'industria automobilistica a "Sell", come riporta Teleborsa, perché si ritiene che lo stop alla produzione che ha coinvolto le case e le imprese fornitrici avrà un forte impatto negativo sulle singole case.

I titoli dei produttori sono così scivolati del 2,4% (Toyota), del 2,2% (Honda) e del 2,4% (Nissan). I costruttori però sono già pronti a rialzarsi. Toyota ha annunciato che riprenderà a produrre in Giappone a pieno ritmo da lunedì prossimo (18 aprile), mentre da oggi Honda riprende ad assemblare vetture presso l'impianto di Saitama (Sayama, Saitama) e quello di Suzuka (Suzuka, Mie). "Questo significa che tutti gli impianti di produzione Honda in Giappone saranno in funzione a partire da questa data'', si legge in una nota ufficiale. Ad un mese e una settimana dal terremoto e dallo tsunami continuano quindi a dimostrare un grande impegno.

Autore:

Tag: Mercato , dall'estero , giappone , tokyo


Top