dalla Home

Motorsport

pubblicato il 8 aprile 2011

Il WRC torna in Italia con il Rally d'Italia Sardegna

Dal 5 all'8 maggio appuntamento con le stelle del Mondiale

Il WRC torna in Italia con il Rally d'Italia Sardegna

Il WRC torna in Italia con l'ottava edizione del Rally d'Italia Sardegna, che dal 5 all'8 maggio verrà ospitato in due province, quella di Olbia Tempio e, novità di quest'anno, quella di Oristano, e si svolgerà parzialmente in concomitanza con il Rally della Costa Smeralda, valido per il Campionato Italiano Rally. Numerose le novità annunciate nella conferenza stampa di presentazione da Enrico Gelpi, presidente dell'ACI, e da Angelo Sticchi Damiani, presidente della CSAI e del Comitato organizzatore.

Per il presidente dell'Automobil Club d'Italia "il Rally d'Italia Sardegna è un investimento, perché oltre ad un importante ritorno di immagine per la Sardegna e tutta l'Italia, la manifestazione è un'occasione strategica per il turismo dell'isola, con un giro d'affari superiore agli 11 milioni di euro". "Il WRC è la giusta collocazione per l'Italia - ha detto Angelo Sticchi Damiani -, anche perché l'Italia è sempre stata presente prima nel Campionato Europeo e poi nel Mondiale, per cui siamo 'soci fondatori' della serie iridata. Non dimentichiamo poi che la Sardegna ha gli sterrati più belli del mondo, come prova il fatto che tutti i team vengono a provare gomme ed assetti. In Sardegna debuttano inoltre le MINI WRC, per cui sarà interessante seguire la sfida a tre con Citroen e Ford".

Le iscrizioni alla quinta prova del WRC organizzata dall'Automobile Club d'Italia sono aperte fino al 19 aprile, ma il numero di partecipanti è già oggi piuttosto alto: sono già iscritti 50 equipaggi di varie nazionalità, con 21 WRC 1600 Turbo, 10 SWRC e 20 vetture della WRC Academy, la serie propedeutica della FIA riservata ai migliori giovani dei Campionati nazionali che come rappresentanti dell'Italia ha il 20enne Matteo Bonello e i il 22enne Andrea Crugnola, entrato a far parte della squadra ufficiale di Citroen Italia nel CIR, che quest'anno è partner ufficiale dell'evento sardo. "Siamo certamente entusiasti di dare il nostro contributo al Rally d'Italia e diamo il benvenuto ai nuovi marchi", ha detto il Direttore della Comunicazione Marco Freschi. Quest'anno poi saremo impegnati in Sardegna su due fronti, con Loeb-Elena e Ogier-Ingrassia nel WRC, con Simone Campedelli e, nelle gare che non coincidono col Mondiale, con Crugnola nel CIR, campionato nel quale siamo ritornati in forma ufficiale".

Autore:

Tag: Motorsport , rally , aci


Top