dalla Home

Mercato

pubblicato il 6 aprile 2011

L'auto usata si cerca sempre più spesso online

I costruttori ora pensano ad una vetrina virtuale per promuoverne l'acquisto

L'auto usata si cerca sempre più spesso online

Internet conferma il suo ruolo di primo piano per la vendita di auto di seconda mano. In un mercato automobilistico in contrazione - a marzo si è registrato un volume di immatricolazioni sui livelli del 1996 - la compravendita di auto usate diventa un settore sempre più importante per i concessionari, che iniziano a ricevere supporto dalle Case con iniziative dedicate ai veicoli "di seconda mano". Nonostante il calo dell'1,3% registrato lo scorso mese per i passaggi di proprietà, il primo trimestre del 2011 ha assistito a una crescita del 6,4% delle transazioni di auto usate. Un'analisi più approfondita di queste dinamiche di mercato è stata effettuata nel convegno organizzato a Roma dal centro studi Fleet&Mobility, cui hanno partecipato UNRAE, Aniasa, CarNext, Filippo Pavan Bernacchi (presidente di Federato, in rappresentanza dei concessionari), Paolo Manfreddi (responsabile dell'usato per Fiat) e Fabio Leggeri (responsabile dell'usato Volkswagen). Il web è ormai un alleato degli automobilisti in cerca di una vettura usata. Venditori e Costruttori ne sono consapevoli e modificano le proprie abitudini.

CONCESSIONARI PIU' ATTENTI ALLE ESIGENZE DEI CLIENTI...
Una delle constatazioni principali emerse durante il convegno riguarda il fenomeno di transazione di auto usate tra privati. Oltre la metà dei veicoli di seconda mano, infatti, vengono trasferiti senza l'intermediazione dei concessionari che, diversamente da quanto accadeva in passato, iniziano a considerare questo business come un'opportunità, anziché un peso. La minore richiesta di auto nuove e l'attenzione del cliente alla bontà dei veicoli usati che il venditore offre (a prescindere dal prezzo d'acquisto) stanno cambiando le abitudini dei dealer, sempre più attenti alle auto che ritirano o acquistano, nell'ottica di doverle rivendere a un consumatore più esigente rispetto al passato. E' Federato stessa a fotografare la situazione in questi termini.

...E CASE PRONTE A SUPPORTARE IL NUOVO BUSINESS
Chi si rivolge all'usato, oltre che esigente, è anche più informato. Secondo CarNext, infatti, la maggior parte degli automobilisti cerca un'auto di seconda mano online, visionando fisicamente il veicolo soltanto in un secondo tempo. Uno dei motivi di questo comportamento è la disponibilità di un'offerta più ampia di quella di un singolo concessionario. Anche i Costruttori automobilistici, d'altro canto, pensano di sfruttare il web per creare una vetrina virtuale dell'usato, che dia molte più opportunità di scelta al cliente. La strategia di Fiat, in questo senso, si basa sulla stima che i tempi per la vendita online di auto di seconda mano non sia ancora maturi. Il Lingotto preferisce, invece, supportare la propria rete creando su internet un "salone dell'usato", che sarà disponibile a breve.

Autore:

Tag: Mercato , roma , usato auto


Top