dalla Home

Curiosità

pubblicato il 24 marzo 2011

"Ormai sono anziana" e regala l'auto al Comune

Bel gesto della sig.ra Rimondi di San Polo d'Enza; la sua 600 destinata al servizio anziani

"Ormai sono anziana" e regala l'auto al Comune

Quando si dice la saggezza degli anziani. E' una bella storia quella che è accaduta a San Polo d'Enza, provincia di Reggio Emilia, dove la signora Vanna Rimondi ha deciso di regalare la propria auto al Comune. "Ho deciso di donare al Comune la mia auto perché almeno così sarà di nuovo utile a qualcuno. Io ormai sono troppo anziana per guidarla" ha detto la signora Rimondi, 85 anni, consegnando le chiavi al sindaco della cittadina emiliana Mirca Carletti, che martedì è andata a trovarla a casa per ringraziarla di persona.

"NON HO MAI AVUTO UN INCIDENTE"
La vettura, una Fiat 600 acquistata nel 2002, ha 18.000 chilometri e grazie al gesto della signora Vanna potrà essere utilizzata dal Comune per i servizi domiciliari agli anziani. "Io la ringrazio a nome di tutti i sampolesi - le ha detto il sindaco Carletti - è stato un gesto davvero generoso che spero sia anche di esempio. Il servizio di assistenza domiciliare comunale utilizza auto molto vecchie e questa macchina arriva come la manna dal cielo perché adesso non potremmo comprarne una nuova". Nel consegnare la vettura la generosa signora Rimondi (nella foto con il sindaco) ha sottolineato "Guardi che io non ho mai avuto un incidente e non l'ho mai segnata. Prima avevo una vecchia Fiat 500 che ormai è un reperto storico e che ho ancora in garage", aggiungendo "Spero che chi la userà la tenga bene come l'ho tenuta io".

ODISSEA RINNOVO PER GLI OVER 80
Rinunciando alla vettura la signora Rimondi ha evitato l'odissea per il rinnovo della patente che spetta agli anziani over 80: il rinnovo vale per due anni (prima erano tre), ma per ottenerlo serve una visita specialistica da parte di una delle rare commissioni mediche locali (ce ne è solo una per provincia, nel capoluogo) per la quale occorre produrre una montagna di documenti e sostenere a proprie spese una visita medica che consta di ben 17 esami. Dopodiché la commissione valuta se richiedere consulenze specialistiche o una relazione psicoattitudinale e solo a questo punto, se tutto va bene, viene accordato il rinnovo della patente. Tempo stimato: sei mesi come minimo. Se tutto va bene.

Autore:

Tag: Curiosità


Top