Mercato

pubblicato il 23 marzo 2011

"Il problema del Giappone é sottovalutato"

Secondo Brembo, alcune Case potrebbero rimanere chiuse fino a maggio

"Il problema del Giappone é sottovalutato"

Il blocco degli stabilimenti di produzione di auto in Giappone "potrebbe essere un problema" anche perché "ci sono voci che le case automobilistiche rimarrano chiuse non solo 2 o 3 giorni, ma fino ad aprile-maggio". A dirlo è stato il consigliere di Brembo, Matteo Tiraboschi, che - durante la Star Conference 2011 a piazza Affari - ha ribadito: "Il problema del Giappone é sottovalutato. Non c'é chiarezza e le informazioni non sono omogenee".

C'E' TROPPA INCERTEZZA, MA I SEGNALI SONO NEGATIVI
Non è la prima volta che un operatore del settore manifesta apertamente i suoi dubbi circa l'impatto che il sisma in Giappone avrà anche sul mercato dell'auto. Prima di lui Sergio Marchionne aveva aperto a questa possibilità, sostenendo che, sebbene "per il momento non vediamo alcun impatto", perché "c'é troppa incertezza" si può dire che "l'impatto ci sarà anche sull'industria automobilistica, a catena sui fornitori". Ed oggi Tiraboschi gli ha fatto eco. "Anche in Europa qualche casa ha bloccato la produzione, ma non sono nostri clienti", ha spiegato, descrivendo questo stop "un segnale negativo".

LA CRISI DEI FORNITORI
Il Giappone infatti, come ha ricordato il manager, è per Brembo - e non solo per quest'azenda - un importante mercato di sbocco ed anche un mercato di approvvigionamento. Si sta quindi lavorando con altri produttori per sopperire alle mancanze del mercato nipponico, ma per fornire indicazioni più precise "preferisco aspettare un pò più di tempo", ha detto Tiraboschi, convinto che "qualche contraccolpo ci sarà sicuramente anche se l'entità è difficile da quantificare".

[Foto: Flickr.com]

OmniAuto.it | 500

Pagina non disponibile

 

Siamo spiacenti, la pagina che hai richiesto non è raggiungibile.

Il server di OmniAuto.it è temporaneamente fuori servizio. Riprova fra qualche minuto...

Errore 500: Internal Server Error.

Top

Autore:

Tag: Mercato , auto giapponesi , produzione , giappone


Top