dalla Home

Curiosità

pubblicato il 22 marzo 2011

All'asta la Chevy Bel Air di Bruce Springsteen

All’incanto la “musa” su quattro ruote sulla quale il Boss scrisse brani memorabili

All'asta la Chevy Bel Air di Bruce Springsteen
Galleria fotografica - La Chevrolet Bel Air di Bruce SpringsteenGalleria fotografica - La Chevrolet Bel Air di Bruce Springsteen
  • La Chevrolet Bel Air di Bruce Springsteen - anteprima 1
  • La Chevrolet Bel Air di Bruce Springsteen - anteprima 2
  • La Chevrolet Bel Air di Bruce Springsteen - anteprima 3
  • La Chevrolet Bel Air di Bruce Springsteen - anteprima 4
  • La Chevrolet Bel Air di Bruce Springsteen - anteprima 5
  • La Chevrolet Bel Air di Bruce Springsteen - anteprima 6

Una stupenda Chevrolet Bel Air del 1957 e per di più appartenuta a Bruce Frederick Joseph Springsteen, per gli amici semplicemente Bruce, una delle rockstar più conosciute e amate in tutto il mondo è stata messa all'asta fino a giovedì prossimo. Tuttavia, se volete acquistarla, sappiate che la base d'asta è di 390mila dollari e che non potrete dire di averla presa dal "Boss" - questo il soprannome di Springsteen - perché in realtà è stata sua molto tempo fa. L'acquistò infatti il 21 maggio del 1975, poco dopo aver firmato il contratto con la Columbia, e la rivendette solo 11 mesi dopo a 10mila perché non se la poteva più permettere.

"IL PRIMO AMORE NON SI SCORDA MAI"
Ma il primo amore non si scorda mai e quando Springsteen in "Racing In the Street" canta di una "sixty-nine Chevy with a 396, Fuelie heads and a hurst on the floor" molto probabilmente ricorda proprio la sua prima automobile o forse un'altra ancora visto che né l'anno, né la cilindrata sono quelli giusti mentre l'appellativo di "Fuelie" è generico e all'epoca era riferito alle auto dotate di alimentazione da iniezione invece di quella a carburatore. Di sicuro il Boss ha avuto da sempre un vero e proprio debole per le auto scoperte degli anni '50 e '60. Lo dimostra il fatto che, oltre alla Bel Air, ha posseduto una Corvette C1 nera con le fiancate bianche del 1960 (che oggi è conservata nella Rock and Roll Hall of Fame and Museum) e nel video di "I'm on fire" appare alla guida di una Ford Thunderbird bianca prima serie, introdotta sul mercato proprio negli anni della "sua" Bel Air. Tra le altre cose, il video della canzone si chiude proprio con una inquadratura di Los Angeles di notte dalle alture di Bel Air, notoriamente una delle zone residenziali più "in" sulle colline di Los Angeles. Che sia un caso? Senza contare poi tutte le volte che le sue canzoni parlano di automobili e di viaggi, nel più puro e classico stile americano. A proposito di coincidenze, ce n'è una mancata perché è strano che uno che abbia per soprannome "il Boss" non abbia mai posseduto una Ford Mustang Boss.

UNA CHEVY DI PREGIO
Ma, a parte gli scherzi, ci sarebbero altri motivi che rendono la Bel Air appartenuta al Boss un pezzo davvero pregiato, sia per gli appassionati di musica sia per quelli di automobili. La leggenda vuole infatti che Springsteen abbia composto canzoni come "Born to run", "Thunder Road" e "Backstreets" e proprio viaggiando a bordo della sua Chevy decapottabile sulle strade del New Jersey. L'attuale possessore inoltre giura di aver speso 35mila dollari per rimettere a posto l'impianto elettrico delle vettura e le parti meccaniche deteriorate e promette di dare in omaggio con la vettura la targa originale e persino la prima polizza assicurativa intestata alla rockstar. Una circostanza che appare più veritiera di quella secondo la quale Springsteen si sarebbe disfatto della sua Bel Air perché non se la poteva permettere. Infatti la sostituì non certo con un'utilitaria, ma con la già citata Corvette nera e, se le date sono quelle dichiarate, appare ancora più incomprensibile perché il Boss non potesse mantenere una Bel Air proprio nei mesi in cui stava lanciando Born to Run, l'album che l'avrebbe fatto diventare "The Boss" di fronte al mondo. Ma si sa che gli oggetti appartenuti agli artisti squattrinati - o dipinti come tali - assumono quell'alone irresistibile che fanno firmare agli appassionati assegni più corposi. Quando si dice "il prezzo della notorietà"...

Galleria fotografica - Chevrolet Bel Air - 1957Galleria fotografica - Chevrolet Bel Air - 1957
  • Chevrolet Bel Air - 1957 - anteprima 1
  • Chevrolet Bel Air - 1957 - anteprima 2
  • Chevrolet Bel Air - 1957 - anteprima 3
  • Chevrolet Bel Air - 1957 - anteprima 4

Bruce Springsteen - Racing In The Streets

In questa canzone Bruce Springsteen ricorda la sua Chevy Bel Air che vendette solo 11 mesi dopo averla comprata perché non poteva più permettersela. Oggi l'auto è di nuovo in vendita. L'asta parte da 390mila dollari.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Curiosità , Chevrolet , VIP , aste


Top