Curiosità

pubblicato il 21 marzo 2011

Il mistero della Lambo "martellata"

Cosa c’è dietro la Gallardo distrutta a colpi di maglio in Cina? Molto di personale

Il mistero della Lambo "martellata"

Datemi un martello. Che cosa ne vuoi fare? Distruggere una Lamborghini? Ma sei matto?! Anzi, visto che non ti serve, perché non me la regali? Le immagini della Gallardo presa a colpi di maglio in Cina hanno fatto il giro del mondo, pochi però hanno spiegato i motivi veri di questo gesto che era evidentemente preparato. I massacratori in perfetta tuta da lavoro, persino i caschi e le mazzette erano gli stessi e intorno la gente, di certo poco abituata a vedere una Lamborghini, figuriamoci se fatta a pezzi in diretta.

NON ME L'AGGIUSTATE? E IO LA DISTRUGGO!
Come detto in prima battuta, alla base dell'"insano gesto" ci sarebbe una disputa tra la Lamborghini e un uomo d'affari di Quingdao, nel Nord della Cina, per un guasto alla propria Gallardo avuto nel novembre scorso che la casa di Sant'Agata non avrebbe adeguatamente sistemato, anzi l'avrebbe riconsegnata con un piccolo danno al paraurti e al telaio, scatenando le ire del proprietario. Quest'ultimo, avrebbe manifestato il proprio malcontento fino alle più alte sfere del Toro, scomodando persino il CEO, Stephan Winkelmann, senza ottenere - a suo dire - ascolto tanto da decidere di disfarsi della sua Gallardo in modo clamoroso, di fronte agli occhi di tutti, scegliendo ad arte il 15 marzo, giornata mondiale dei diritti del consumatore. La replica della Lamborghini non si è fatta attendere e, con una nota ufficiale, ha affermato di aver provveduto a suo tempo a risolvere i problemi sollevati e che la vettura è stata distrutta "per ragioni che ci sono sconosciute e che sono indipendenti da Lamborghini". Quali sono queste ragioni? Il Wall Street Journal ha fornito nei giorni scorsi alcuni retroscena che rendono la vicenda meno clamorosa e più prosaica.

NIENTE DI PERSONALE, ANZI TUTTO
Il primo elemento è che la Gallardo non sarebbe nuova, anzi ha 8 anni di anzianità ed è stata importata dal Giappone dallo stesso proprietario. Il secondo, ancora più importante, è che il proprietario avrebbe avuto una disputa d'affari con il titolare della concessionaria Lamborghini di Quingdao. La povera Gallardo massacrata a colpi di martello sarebbe dunque l'agnello sacrificale di un gioco di discredito personale e l'uomo d'affari cinese lo avrebbe compiuto inoltre proprio di fronte alla propria azienda per farsi pubblicità. Secondo le testimonianze raccolte, avrebbe anche applicato alla carrozzeria della vettura propri adesivi pubblicitari, ma di questa circostanza sul filmato non c'è traccia. Il Wall Street Journal afferma inoltre di aver contattato l'ex proprietario della Gallardo per avere spiegazioni, ma di non essere riuscito a raggiungerlo. Non è stato inoltre scritto quale sia il business del quale si occupi (automobili?). Di sicuro, Lamborghini in Cina non prende martellate, anzi: le vendite sono cresciute del 150% nel 2010 e nell'anno in corso si sommeranno altre 5 concessionarie alle 9 già esistenti.

[Foto: Flickr.com]

La Lamborghini Gallardo presa a martellate

Le immagini della Gallardo presa a colpi di maglio in Cina hanno fatto il giro del mondo, pochi come noi però hanno spiegato i motivi veri di questo gesto che era evidentemente preparato...

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Curiosità , Lamborghini , dall'estero , cina


OmniAuto.it | 500

Pagina non disponibile

 

Siamo spiacenti, la pagina che hai richiesto non è raggiungibile.

Il server di OmniAuto.it è temporaneamente fuori servizio. Riprova fra qualche minuto...

Errore 500: Internal Server Error.

Top
Top