dalla Home

Attualità

pubblicato il 18 marzo 2011

Sisma in Giappone: altri aiuti dall'auto

Anche Fiat, BMW, Daimler, Renault e Mitsubishi intervengono con donazioni

Sisma in Giappone: altri aiuti dall'auto

Supera i sette milioni di euro il contributo che il mondo dell'auto sta dando alla ricostruzione del Giappone dopo il tremendo terremoto che ha sconvolto il Paese. Nei giorni scorsi Nissan ha devoluto oltre 3 milioni e 500 mila euro, mentre la General Motors Foundation ha annunciato che devolverà 360.126 euro alla Croce Rossa americana impegnata sui territori terremotati e Continental altri 250.000 euro. Ed oggi arrivano altre comunicazioni importanti.

BMW ha stanziato un milione di euro (che andranno a "Save the Children" e alla Croce Rossa Giapponese) e Daimler AG supporterà gli interventi di ricostruzione con due milioni di euro. Il Presidente Dieter Zetsche ha detto che le conseguenze e i danni subiti al quartier generale in Giappone sono ancora difficili da stimare, ma l'impegno è al massimo delle possibilità. Renault, alleato di Nissan, donerà 500.000 euro alla Croce Rossa ed ha invitato i dipendenti a mobilitarsi, mentre Mitsubishi Motors Corporation (MMC) è intervenuta nella regione del Tohoku con le elettriche i-MiEV (utili in un momento in cui scarseggia carburante) e i pickup Triton, necessari per gli spostamenti e i carichi di materiale adatto alla ricostruzione. Anche Fiat S.p.A. è sceso in campo donando 100.000 euro alla Croce Rossa a supporto delle operazioni di soccorso. Inoltre, il Gruppo di Torino si è impegnato a raddoppiare la somma di denaro che sarà raccolta dai suoi dipendenti che vorranno sostenere questa iniziativa umanitaria.

Per dare il tuo contributo clicca qui.

[Foto: Flickr.com]

Autore:

Tag: Attualità , giappone , beneficenza


Top