dalla Home

Tuning

pubblicato il 11 marzo 2011

Hamann Guardian Porsche Cayenne Turbo

I 550 CV spingono la SUV di Stoccarda a 300 km/h

Hamann Guardian Porsche Cayenne Turbo
Galleria fotografica - Hamann Guardian Porsche Cayenne TurboGalleria fotografica - Hamann Guardian Porsche Cayenne Turbo
  • Hamann Guardian Porsche Cayenne Turbo - anteprima 1
  • Hamann Guardian Porsche Cayenne Turbo - anteprima 2
  • Hamann Guardian Porsche Cayenne Turbo - anteprima 3
  • Hamann Guardian Porsche Cayenne Turbo - anteprima 4
  • Hamann Guardian Porsche Cayenne Turbo - anteprima 5
  • Hamann Guardian Porsche Cayenne Turbo - anteprima 6

Dopo la Cayenne aspirata, il preparatore Hamann rivisita anche la Cayenne Turbo e la espone al Salone di Ginevra (3-13 marzo). La Hamann Guardian Porsche Cayenne Turbo sviluppa 550 CV, grazie all'adozione di un impianto di scarico sportivo, un nuovo filtro dell'aria e la rimappatura della centralina motore. La coppia motrice passa a 770 Nm, sviluppati tra i 2.300 e i 4.600 giri/min, che permettono alla SUV tedesca di raggiungere i 100 km/h in 4,6 secondi e toccare i 300 km/h di velocità massima. Le prestazioni in decelerazione sono invece affidate all'impianto frenante carbo-ceramico e agli pneumatici UHP (Ultra High Performance), con cui la factory con sede a Laupheim ha equipaggiato la Cayenne Turbo. I dischi anteriori da 420 mm sono accoppiati a pinze fisse a 6 pistoncini, mentre il retrotreno è dotato di dischi da 380 mm "pinzati" da elementi a 4 pistoncini.

Il momento frenante viene poi tradotto in forze a terra dalle gomme Dunlop Sport Maxx da 315/25 - testati per OmniAuto.it da Matt Davis - che sono "calzate" su cerchi da 23 pollici di diametro e 11 di canale. Le sospensioni pneumatiche sono state ritarate e il corpo vettura ha subìto un abbassamento di 35 mm. Sul fronte delle modifiche aerodinamiche, troviamo delle feritoie aggiuntive sul cofano motore, rialzato nella parte centrale, mentre il paraurti anteriore alloggia nuove luci a LED per i fari diurni e inediti proiettori fendinebbia. Il diffusore posteriore è integrato nel paraurti e canalizza il flusso proveniente dal sottoscocca. Gli interni puntano su un elevamento del livello delle finiture, con la plancia e i sedili rivestiti in pelle cucita a mano. Il volante di serie è sostituito da un elemento rimodellato ergonomicamente e dotato di airbag, mentre il rivestimento in carbonio che lo caratterizza è richiamato anche nelle cornici degli strumenti e sulla consolle centrale.

Autore:

Tag: Tuning , Porsche , auto europee , ginevra , tuning


Top