dalla Home

Curiosità

pubblicato il 6 aprile 2006

Kartell+Citroen in scena a Milano

Kartell+Citroen in scena a Milano
Galleria fotografica - Kartell+CitroenGalleria fotografica - Kartell+Citroen
  • Kartell+Citroen - anteprima 1
  • Kartell+Citroen - anteprima 2
  • Kartell+Citroen - anteprima 3
  • Kartell+Citroen - anteprima 4
  • Kartell+Citroen - anteprima 5
  • Kartell+Citroen - anteprima 6

Proprio in questi giorni, al Salone dei Tessuti in scena a Milano, è possibile ammirare un interessante esercizio di stile che vede come protagoniste due storiche aziende che, nonostante operino da anni in ambiti totalmente diversi, hanno notevole esperienza in fatto di design.

Kartell+Citroen rappresenta un progetto stilistico trasversale, una metafora
dove il design assume un significato più ampio che trova come punto di unione, tra due settori apparentemente lontani, alcune C3 Pluriel appositamente allestite per l'occasione.

Kartell, nata nel 1949 dalla creatività dell'ing. Giulio Castelli, non è nuova al settore automobilistico. Inizialmente, infatti, fu un autoaccessorio a battezzare la produzione dell'azienda e, più precisamente, fu il famoso "portasci" che si componeva di due strisce in materiale elastico che trattenevano fasce di legno sulle quali agganciare gli sci.

Estetica e tecnologia, peculiarità che hanno reso famose in tutto il mondo le creazioni di design plastico dell'azienda milanese e che, allo stesso tempo, fanno parte della filosofia di Citroen. Ed è per questo motivo che il connubio Kartell+Citroen appare così riuscito e, in tal senso, la scelta di incoronare C3 Pluriel auto rappresentativa dell'evento appare particolarmente sensata.

C3 Pluriel nasce come vettura modulare e modulabile, in grado di trasformarsi in cinque differenti configurazioni, caratteristiche che ne fanno un oggetto molto vicino al mondo del design e dell'arredamento.

C3 Pluriel, secondo Kartell, diviene la vettura ideale per "giocare" con gli spazi. Ferruccio Laviani, responsabile del progetto, ha voluto evidenziare il gioco di colori tra il rosso Kartell e il nero, ripresi sulle carrozzerie e negli interni della vettura, dove il rosso di alcuni particolari del cruscotto si contrappone al nero dell'allestimento di serie.

La firma di Kartell è inoltre individuabile nella specifica grafica retinata che
contraddistingue gli archi, i profili laterali, anteriori e posteriori, il portaluce targa e la parte centrale dei sedili, a sottolineare ancora una volta il contrasto nel gioco di colori che sfuma dal rosso al nero.

Autore:

Tag: Curiosità , Citroen


Top