dalla Home

Mercato

pubblicato il 8 marzo 2011

Marchionne pensa ad una seconda Fiat messicana

E l'Alfa Romeo sbarca in Centro America

Marchionne pensa ad una seconda Fiat messicana

Fiat si prepara a produrre un secondo modello Fiat negli stabilimenti messicani. A dirlo è lo stesso Sergio Marchionne (riportato da Automotive News) nel corso della cerimonia di avvio produttivo di Fiat 500 a Toluca, in Messico. L'ad della Casa torinese non ha specificato dove verrà costruita e ha aggiunto che nulla di definitivo è stato ancora stabilito, ma che si tratterà di un'auto basata su un pianale più versatile, utilizzabile "per realizzare più di una variante di carrozzeria".

DAL MESSICO ALLA CINA, PASSANDO PER L'EUROPA
Marchionne ha anche riferito che dal 2012 a Toluca verrà assemblata la Fiat 500 elettrica e ha confermato che parte della produzione messicana della piccola torinese sarà esportata in Cina. Nello stabilimento di Toluca, che il manager italiano ha visitato in compagnia del presidente messicano Felipe Calderon, vengono già prodotte le Dodge Journey ed entro breve anche le versioni per l'Europa del stesso crossover 7 posti, denominato Fiat Freemont.

ALFA ROMEO IN MESSICO
Durante un incontro con la stampa locale, Marchionne ha poi parlato dello stabilimento di Saltillo, al momento favorito per la prossima produzione di veicoli commerciali. Joseph ChamaSrour, presidente di Chrysler de Mexico SA, ha annunciato che entro il prossimo mese di luglio arriveranno sul mercato messicano le Alfa Romeo MiTo, Giulietta e 159. Un'altra anticipazione importante fatta da Marchionne riguarda l'Alfa Romeo 4C, presentata al Salone di Ginevra sotto forma di concept, ma destinata a sbarcare prossimamente anche in Messico oltre che nel ricco mercato nordamericano.

Autore:

Tag: Mercato , Fiat , auto americane , auto italiane


Top