dalla Home

Novità

pubblicato il 2 marzo 2011

Gumpert Tornante by Touring

700 CV e oltre 300 km/h per la fuoriserie italo-tedesca

Gumpert Tornante by Touring
Galleria fotografica - Gumpert Tornante by TouringGalleria fotografica - Gumpert Tornante by Touring
  • Gumpert Tornante by Touring - anteprima 1
  • Gumpert Tornante by Touring - anteprima 2
  • Gumpert Tornante by Touring - anteprima 3
  • Gumpert Tornante by Touring - anteprima 4
  • Gumpert Tornante by Touring - anteprima 5
  • Gumpert Tornante by Touring - anteprima 6

L'anniversario per gli 85 anni della Carrozzeria Touring viene celebrato al Salone di Ginevra (3-13 marzo) con la presentazione in anteprima mondiale della Gumpert Tornante by Touring, secondo modello della factory tedesca autore della estrema Apollo, supercar che più di nicchia non si può, ma nota fra i cultori del genere per le prestazioni molto elevate ma per la realizzazione piuttosto spartana. La Tornante è invece una versione più "civile" della Apollo, realizzata grosso modo sulla stessa base meccanica, ma stile e dotazioni sono riservate ad un cliente dal palato più fine. La vettura presentata a Ginevra è il prototipo del modello di serie, che Gumpert produrrà e venderà nel corso del 2012.

FARFALLA TEDESCA
Il designer milanese per una volta ha lavorato privo di vincoli di design da rispettare. Gumpert del resto è un marchio giovane (nato nel 2002) e dunque praticamente privo di canoni stilistici consolidati. Spazio dunque a bocca ampia e spalle larghe per ospitare la meccanica ispirata alle GT da competizione, mentre Le porte dell'abitacolo si aprono con un sistema ad ala di gabbiano per facilitare l'accesso. Allo stesso modo sono state concepite le porte del cofano posteriore, che si aprono a "farfalla" per permettere di avere un accesso laterale più facile e più ampio alla meccanica ed al bagagliaio. La carrozzeria in materiale composito è fissata su una struttura reticolare in acciaio al cromo-molibdeno con cella centrale monoscocca in fibra di carbonio. La lunghezza raggiunge 4,47 metri e la larghezza 1,97 metri, mentre il passo è pari a 2,7 metri.

ALLA RICERCA DELL'ERGONOMIA
Il telaio della due posti Tornante in acciaio al cromo-molibdeno è derivato da quello dell'Apollo e ne condivide l'architettura a motore centrale. Per permettere alla Tornante di offrire più spazio e comfort sono state però introdotte modifiche rilevanti: la trave laterale nella zona delle porte è stata abbassata, il montante A è stato innalzato e quello B arretrato per ospitare le porte ad ala ed il roll bar è stato alzato per arrivare alla "altezza" di 1,21 metri. Per quanto riguarda l'abitacolo è stato alzato il pianale di 2 cm, montati due sedili riscaldabili e regolabili longitudinalmente e nell'inclinazione dello schienale, con cinture a 4 punti d'attacco. Il cambio è ora al volante con palette ad azione rapida, sono stati adottati pannelli insonorizzanti e isolanti termici sul pianale e tra l'abitacolo e il vano motore , vetri atermici a doppio strato e aumentata la portata dell'impianto di ventilazione dell'abitacolo. Le sospensioni, anch'esse di origine Apollo, sono sempre a doppio braccio oscillante, ma la taratura è stata addolcita.

MADE IN AUDI
La Gumpert Tornante by Touring conferma la meccanica di origine Audi della quale mantiene però solo il monoblocco. Il V8 4.2 litri viene infatti potenziato da Gumpert che interviene sull'ingegneria ed i materiali di tutte le parti mobili, i sistemi di gestione dell'aria e del carburante, i turbocompressori, i condotti d'ammissione e la lubrificazione con sistema a carter secco e l'elettronica di gestione. Nella versione base il propulsore sviluppa 700 CV a 6.500 giri, ma con un'erogazione di potenza e coppia (900 Nm a 4.000 giri) più adatte alle normali condizioni di traffico. La trazione è posteriore e il cambio è un automatico a 6 rapporti con palette sul volante. Ancora ignote le prestazioni: Gumpert-Touring si limitano a dire che la velocità massima supererà i 300 km/h. Nel 2012 la Tornante standard sarà inoltre affiancata, dice Gumpert, da "un sistema ad energia alternativa" che probabilmente sarà una versione ibrida come quella già sperimentata per la Apollo.

Autore:

Tag: Novità , ginevra


Top