dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 28 febbraio 2011

BMW Peugeot Citroen Electrification

E' la joint-venture fra tedeschi e francesi. Vi nasceranno le future ibride

BMW Peugeot Citroen Electrification

BMW Group e PSA Peugeot Citroen hanno annunciato oggi, durante una conferenza stampa a Ginevra, l'intenzione di investire 100 milioni di euro nel loro progetto di joint-venture dedicato alle tecnologie ibride e denominato BMW Peugeot Citroen Electrification. La nuova entità si concentrerà sullo sviluppo e la produzione di componenti ibridi standard per l'elettrificazione dei loro veicoli (pack batterie, macchine elettriche, generatori, elettronica di potenza, caricatori e software destinati al funzionamento dei sistemi ibridi) ed opererà su due siti, uno alla periferia di Monaco di Baviera e l'altro a Mulhouse. I nuovi componenti ibridi frutto di questa cooperazione equipaggeranno i veicoli dei due partner a partire dal 2014.

L'avvio delle operazioni è previsto per il secondo trimestre del 2011: il sito di Monaco ospiterà tutte le attività di ricerca e sviluppo e gli acquisti, mentre quello di Mulhouse sarà dedicato alle attività industriali. Il primo a fine 2011 dovrebbe contare un organico di 400 persone, mentre quello di Mulhouse a pieno regime avrà circa 250 dipendenti. BMW Group e PSA Peugeot Citroen collaborano da circa dieci anni.

Nel 2002 i due Gruppi hanno firmato un accordo di cooperazione per lo sviluppo e la produzione di motori 4 cilindri e tra il 2006 e il 2010, hanno prodotto insieme più di 1,8 milioni di motori che equipaggiano alcuni modelli MINI, Peugeot e Citroen. Nel febbraio del 2010, i due partner si sono inoltre impegnati a sviluppare i futuri motori 4 cilindri benzina di nuova generazione che saranno conformi alla normativa antinquinamento Euro 6.

Autore:

Tag: Mercato , mobilità sostenibile , produzione , auto ibride


Top