dalla Home

Test

pubblicato il 16 febbraio 2011

Lexus CT 200h, la Lexus che non ti aspetti

Diverte, ma ti fa consumare poco

Lexus CT 200h, la Lexus che non ti aspetti
Galleria fotografica - Lexus CT 200hGalleria fotografica - Lexus CT 200h
  • Lexus CT 200h - anteprima 1
  • Lexus CT 200h - anteprima 2
  • Lexus CT 200h - anteprima 3
  • Lexus CT 200h - anteprima 4
  • Lexus CT 200h - anteprima 5
  • Lexus CT 200h - anteprima 6

Non contenta di aver sfidato i costruttori tedeschi nel segmento delle berline di classe superiore, la Lexus rincara la dose, affrontandoli anche nel segmento C- Premium, tanto per interderci quello delle varie BMW Serie 1, Audi A3 e Mercedes Classe B. Questa specie di nicchia, oltre che numericamente, vale a livello di fidelizzazione di quella clientela che, dovendo acquistare una seconda auto più piccola, può farlo senza rinunciare ad un certo tipo di immagine che la vettura che già possiede gli garantisce. Ora con la CT 200h questa lacuna in Lexus viene certamente colmata, per di più senza abbandonare le due direttrici che contraddistinguono il resto della produzione Lexus: motorizzazione ibrida e qualità costruttiva. Analizzando infatti la linea si nota la voglia di accondiscendere ai desideri di una clientela sempre più orientata verso vetture di connotazione sportiva. L'altezza limitata, gli sbalzi ridotti, la linea di cintura alta, la superficie vetrata non abbondante, il disegno del paraurti e dei gruppi ottici non lasciano dubbi in proposito.

LA LEXUS CHE TI ASPETTI, O FORSE NO
Tornando alla qualità costruttiva, prendiamo inizialmente in esame ciò che si vede ad occhio nudo, perché specie in auto di questa categoria, vengono spesso privilegiate le sensazioni visive e tattili rispetto a quelle squisitamente tecniche. Il giudizio sugli interni è estremamente positivo: design e qualità percepita sono veramente al top. Basta toccare la palpebra del cruscotto che racchiude la strumentazione per rendersi conto dell'attenzione riservata a questo aspetto. Non c'è un particolare che non sia in sintonia con tutti gli altri componenti: sedili, pannelli delle portiere, plancia, volante e pulsanti vari sono veramente a 5 stelle e creano un insieme di valore assoluto. Oltretutto nulla è stato sacrificato dal punto di vista della razionalità ed i vari comandi sono intuitivi, facili da raggiungere e manovrare. Esame superato anche durante la marcia: niente vibrazioni o scricchiolii, nonostante un assetto che, anche se non si può definire sportivo, è comunque tendenzialmente rigido. A garanzia della già citata qualità costruttiva, anche la "piccola" CT 200h segue le stesse procedure di progettazione, realizzazione e collaudo grazie alle quali la Lexus, in varie nazioni, da anni si aggiudica il titolo di marca più affidabile.

IBRIDO, "FORTISSIMAMENTE" IBRIDO
La vera prerogativa di questa matricola del segmento C-Premium è comunque rappresentata dalla propulsione Full-Hybrid di cui è dotata. Ricalca e migliora quella già presente sulla Toyota Prius, promettendo risultati da record sotto l'aspetto delle emissioni di CO2, che già pareggiano quelli di concorrenti di cilindrata e stazza inferiore, distanziandole implacabilmente sul fronte delle emissioni da NOX e particolato. I consumi dichiarati nelle varie condizioni d'uso partono da meno di 4 litri di carburante per 100 km, con risultati particolarmente positivi nell'uso cittadino, il più ostico per qualsiasi altra autovettura. Altro aspetto da rimarcare è la particolare economia riscontrata nella gestione dei componenti soggetti ad usura: l'assenza di componenti presenti nelle propulsioni classiche (frizione, cinghie, etc.) insieme alla minore sollecitazione a cui sono sottoposti freni e pneumatici fa quantificare in circa 1.500 euro il risparmio ottenibile nell'arco di 90/100 km. A tutto questo ci sono da aggiungere i vari incentivi e facilitazioni presenti in numerose nazioni (Italia esclusa).

IMPRESSIONI AL VOLANTE
Dopo aver percorso qualche centinaio di chilometri in varie condizioni d'uso nei dintorni di Lisbona, abbiamo avuto modo di verificare un comportamento del propulsore in linea con quanto già verificato nelle precedenti esperienze alla guida della Prius Plug-in o della Auris HSD, consumi compresi: grande risparmio di carburante nel ciclo cittadino, con i 20 km/l. facilmente ottenibili, mentre nelle altre condizioni d'uso magari si ottengono risultati peggiori di un'analoga vettura a gasolio, ma sempre migliori a quelli di un'auto a benzina. Solita critica per quanto riguarda la rumorosità in accelerazione, con effetto "frizione che slitta", talvolta gestibile tramite un'adeguata pressione sul pedale del gas, altre volte purtroppo inevitabile. Situazione inversa in autostrada o comunque a velocità costante, dove l'insonorizzazione è ad ottimi livelli. Diverso rispetto alle consorelle il comportamento dinamico: sterzo più diretto (2,7 giri di volante), assetto più sportivo, con notevole riduzione di rollio e beccheggio. Magari siamo ancora un po' lontani dalle concorrenti di riferimento, anche perché le caratteristiche della trasmissione penalizzano ulteriormente la gestione "dinamica" della vettura, ma comunque non sono presenti comportamenti anomali tali da mettere in difficoltà il guidatore medio anche in eventuali nelle manovre di emergenza. Il vero plus è la già citata atmosfera che si respira a bordo, che anche nella versione "base" gratifica abbondantemente guidatore e passeggeri. L'abitabilità privilegia gli occupanti dei posti anteriori, mentre il bagagliaio arriva ad una capienza di 375 l. sfruttando l'ormai solito vano nascosto sotto il pianale. La possibilità di reclinare gli schienali aumenta la capacità di carico a 985 l.

DA MARZO CON PREZZI A PARTIRE DA 28.500 EURO
Le versioni previste per la Lexus CT 200h sono quattro - CTH, Executive, Style e Luxury - con possibilità di ulteriori personalizzazioni con diversi pacchetti di accessori. L'inizio della commercializzazione è stato fissato a marzo con prezzi compresi tra i 28.500 e i 34.500 euro. Le stime di vendita tra questo e il prossimo anno parlano di circa 1.500 unità immatricolate.

Scheda Versione

Lexus CT 200h
Nome
CT 200h
Anno
2010 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
ibrida
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Giovanni Ceccarelli

Tag: Test , Lexus , auto giapponesi , auto ibride


Top