dalla Home

Curiosità

pubblicato il 14 febbraio 2011

Lancia Thema: sarà l'auto dei politici italiani?

Torna un'ammiraglia nazionale e si candida al ruolo di auto blu

Lancia Thema: sarà l'auto dei politici italiani?
Galleria fotografica - Nuova Lancia ThemaGalleria fotografica - Nuova Lancia Thema
  • Nuova Lancia Thema - anteprima 1
  • Nuova Lancia Thema - anteprima 2
  • Nuova Lancia Thema - anteprima 3
  • Nuova Lancia Thema - anteprima 4
  • Nuova Lancia Thema - anteprima 5
  • Nuova Lancia Thema - anteprima 6

La nuova Lancia Thema ha, fra gli altri, il compito di riportare una vettura italiana nel segmento delle berline di rappresentanza utilizzate da politici e dirigenti, riprendendo il discorso interrotto quasi due anni fa con l'uscita di produzione della Thesis. Ministri, deputati, senatori, segretari di partito, politici e alte cariche dello Stato hanno ora la possibilità di scegliere se viaggiare su un'ammiraglia italiana o su una straniera. Ma vediamo qual'è il panorama in cui va ad inserirsi la grande berlina di origini USA voluta da Sergio Marchionne.

ALTERNATIVA "QUASI" ITALIANA
A partire da fine 2011 si potranno vedere le prime Lancia Thema a fianco delle varie Audi, BMW e Mercedes in veste di auto blu, che pur non potendosi definire al 100% italiana porta comunque sulla calandra lo storico marchio torinese. La possibile diffusione della nuova Thema nel parco auto della pubblica amministrazione è legato anche alla disponibilità di motori adeguati alle necessità di servizio, come il 3.0 V6 turbodiesel da 224 CV e il benzina V6 Pentastar da 3.6 litri e 292 CV.

GARE D'APPALTO
Il possibile successo della nuova Lancia Thema fra gli utilizzatori istituzionali dipenderà anche dalla facilità di dotarla di blindature e accorgimenti adeguati all'utilizzo specifico, oltre che dalle preferenze dei passeggeri. Gli acquisti e le forniture per la pubblica amministrazione passano infatti attraverso gare d'appalto gestite dal Consip (società per azioni del Ministero dell'Economia e delle Finanze) secondo criteri di convenienza e migliore offerta economica, come quelle per la auto della Polizia, ma si tratta di procedure non obbligatorie che spesso cedono il passo ad altre modalità di scelta.

QUESTIONE DI PREZZO
Da non sottovalutare è poi l'importanza dei buoni rapporti "diplomatici" fra Governo italiano e Gruppo Fiat, elemento non secondario per stipulare contratti di fornitura così ingenti e onerosi come quelli delle "auto blu". Altro fattore determinante è il margine di guadagno su ogni singola Thema e la possibilità di ribassare il prezzo finale per l'offerta alla PA, elemento chiave per aggiudicarsi l'appalto in settore che comunque premia il miglior offerente.

AUTO DI RAPPRESENTANZA PER MANAGER
La nuova Lancia Thema potrà ricoprire il ruolo di vettura di rappresentanza per manager e amministratori del Gruppo Fiat, i cui autisti sono da anni "a secco" di vetture adeguate e costretti ad abbandonare le vecchie Lancia Thesis per ripiegare sulle Alfa Romeo 159. Lo stesso dicasi per le flotte destinate a dirigenti e responsabili delle grandi aziende, dove la nuova Thema potrebbe ricevere i favori dei fleet manager interni o delle società specializzate in flotte aziendali. Ancora qualche mese, quindi, e sapremo se nuova Lancia Thema riuscirà a ritagliarsi il proprio spazio nei garage di politici e amministratori italiani.

Autore:

Tag: Curiosità , Lancia , auto americane , auto italiane


Top