dalla Home

Novità

pubblicato il 30 marzo 2006

Ferrari 599 GTB Fiorano

Ferrari 599 GTB Fiorano
Galleria fotografica - Ferrari GTB 599 FioranoGalleria fotografica - Ferrari GTB 599 Fiorano
  • Ferrari 599 Fiorano - anteprima 1
  • Ferrari 599 Fiorano - anteprima 2
  • Ferrari 599 Fiorano - anteprima 3
  • Ferrari 599 Fiorano - anteprima 4
  • Ferrari 599 Fiorano - anteprima 5
  • Ferrari 599 Fiorano - anteprima 6

La Ferrari, con la nuovissima 599 GTB Fiorano presentata all'ultimo Salone dell'Auto di Ginevra, rinnova ed esalta quel concetto di supercar, iniziato con la 550-575 Maranello del 1996, tanto caro al fondatore Enzo Ferrari, il quale amava ripetere che "i buoi tirano il carro, non lo spingono", per indicare la sua predilezione per le vetture con il motore davanti. E che motore! Il cuore di questa vettura è, noblesse oblige, un V12 a 65° di 6 litri di cilindrata, capace di erogare una potenza di 620 CV al regime di 7600 giri/min e una coppia di 608 Nm a 5600 giri/min.

La carrozzeria, ovviamente opera di Pininfarina, e il telaio sono ora interamente di alluminio, permettendo un risparmio di peso di 50 kg rispetto alla 575 (la bilancia segna 1580 kg a secco) e un favorevolissimo rapporto peso/potenza inferiore ai 2,6 kg/CV.

Questi dati, fanno della 599 GTB Fiorano la più prestazionale berlinetta mai sviluppata a Maranello, eccezion fatta per l'esclusivissima Enzo, con tutte le carte in regola per diventare il nuovo punto di riferimento, in termini di sportività, emozioni di guida, design ed esclusività nel mondo delle supercar.

599 come la cilindrata (5999 cc, per la precisione) del V12 divisa per dieci; GTB come Gran Turismo Berlinetta, sigla che porta alla memoria alcune delle più affascinanti berlinette Ferrari del passato; Fiorano, la pista di prova Ferrari per le vetture F1 e stradali, per continuare l'omaggio della Casa verso la sua terra.

Il propulsore da 5999 cm3 ha nobili origini, derivando direttamente da quello montato sulla Enzo. Con una potenza specifica di 103 CV/litro e un regime massimo di rotazione al limitatore di ben 8400 giri/min, stabilisce un primato mai raggiunto da un propulsore di serie aspirato di questa cilindrata (se non dalla Enzo stessa). Ha quattro variatori di fase, sia sul lato aspirazione che sul lato scarico, per garantire la massima guidabilità e regolarità in un ampio campo di funzionamento. Grazie a questo motore, la 599 GTB Fiorano supera i 330 km/h di velocità massima, schizza da 0 a 100 km/h in 3,7 s, da 0 a 200 km/h in 11 s e copre il chilometro da fermo in 20,6 s.
Per abbassare il propulsore e di conseguenza il baricentro della vettura, è stata adottata una compatta frizione bidisco, riducendo contemporaneamente l'inerzia del motore a salire di giri, e la lubrificazione a carter secco. Questa disposizione aiuta nel superamento dei test di impatto con pedone, a cui deve sottostare anche una supercar, lasciando più spazio tra il basso cofano e il motore. Rispetto alla 550-575 la distribuzione è mossa da una catena anziché dalla cinghia, garantendo costanza nel tempo della fasatura, maggiore affidabilità e silenziosità e riduzione gli interventi di manutenzione.
I tecnici Ferrari hanno curato particolarmente uno degli elementi distintivi dei loro motori: il sound. A tal fine, sono state ridotte le rumorosità meccaniche ed esaltata la "voce" del V12 che esce dai quattro terminali di scarico.

Grazie al continuo trasferimento di know-how dal mondo della Formula 1 alle vetture di serie, sono stati affinati il cambio robotizzato "F1-SuperFast" e il sistema di controllo della trazione e stabilità "F1-Track". Il primo, con la taratura più sportiva, permette cambi marcia in soli 100 ms (contro i 250 ms della 575), lasciando a disposizione del pilota anche la modalità automatica e il "Launch-Control" per partenze brucianti; il secondo, attraverso il continuo monitoraggio della dinamica del veicolo, garantisce in ogni condizione di guida la massima trazione, fondendo sportività ed elevati livelli di sicurezza, e permettendo anche al pilota meno esperto di avvicinarsi al limite della vettura.
Novità assoluta è l'adozione di Sospensioni a Controllo Magnetoreologico (SCM), che sfruttano la capacità del fluido contenuto negli ammortizzatori di variare istantaneamente le proprie caratteristiche, quali la densità, se sottoposto ad un campo magnetico controllato. Il sistema interviene in tempo reale riducendo le oscillazioni del corpo vettura (come il rollio) per un miglior handling, facilitando il controllo nelle fasi di accelerazione, frenata e cambi di direzione.
Tutti questi sistemi sono totalmente integrati tra di loro e gestibili dall'ormai noto manettino posto sul volante e collegato ad un display, che permette di selezionare, tra cinque diverse posizioni, il "carattere" della vettura a seconda delle esigenze, dalla guida su fondi a bassa aderenza al setup per il giro in pista.

L'aerodinamica è curatissima: l'ottimizzazione del fondo vettura e il vistoso scivolo estrattore posteriore forniscono un carico aerodinamico di 160 kg a 300 km/h, con un Cx contenuto in 0,336, mentre le originali "pinne" poste ai lati del lunotto hanno una funzione stabilizzante.

Le ardite linee esterne, estreme ed aggressive, presentano espliciti richiami alle Ferrari degli anni '60, come i proiettori singoli posteriori (a led) che ricordano la 275 GTB, e i due estrattori d'aria sul lungo cofano che caratterizzavano la 365 GTB/4. Il frontale è caratterizzato dall'ampia bocca per il raffreddamento del motore e dai gruppi ottici bi-xeno.
I cerchi, rigorosamente a stella, calzano pneumatici 245/40 19'' all'anteriore e 305/35 20'' al posteriore dotati di sensore per il controllo della pressione.
All'interno, troviamo un sapiente mix di materiali hi-tech, come fibra di carbonio e alluminio, che dominano la zona di interfaccia uomo-macchina, e di pregiata pelle, che copre la parte bassa del cruscotto, le porte, la maniglia centrale per il supporto del passeggero e gli inediti sedili sportivi avvolti da un guscio in carbonio.

Con la Ferrari 599 GTB Fiorano si arricchisce ulteriormente il programma di personalizzazione Carrozzeria Scaglietti, che permette ad ogni cliente di ritagliarsi la vettura in ogni particolare in base ai propri gusti.

Storicamente, ad un Ferrari siglata GTB è spesso seguita una GTS...vedremo se la Casa di Maranello ci farà sognare con i capelli al vento.

Scheda Versione

Ferrari 599
Nome
599
Anno
2006 (restyling del 2008) - F.C.
Tipo
Extralusso
Segmento
sportive
Carrozzeria
coupé
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Alessio Ciarnella

Tag: Novità , Ferrari


Top