dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 11 febbraio 2011

ACI Sara Racing Weekend 5a edizione

Ivan Capelli in pista a Vallelunga con i ragazzi vincitori di "Ready 2 Drive"

ACI Sara Racing Weekend 5a edizione

Domenica 13 febbraio 2011 presso il Centro ACI Sara di Vallelunga si conclude la quinta edizione del Sara Racing Weekend, il progetto formativo rivolto ai giovani e dedicato alla sicurezza stradale, ideato e realizzato da Sara Assicurazioni in collaborazione con ACI Sport. Ospite d'onore Ivan Capelli, commentatore tv ed ex pilota di Formula 1. La giornata sarà dedicata ai vincitori di "Ready 2 Drive", il concorso on line sulla sicurezza stradale: in pista, a bordo delle MINI del Centro di Guida Sicura ACI Vallelunga, avranno l'opportunità di frequentare un corso di guida sicura.

Alla conferenza stampa conclusiva, prevista alle ore 12.00, saranno presenti Marco Brachini - Direttore Marketing Sara Assicurazioni, Antonio Marasco - Presidente ACI Sport, Marco Rogano - Amm. Delegato ACI Sport, Danilo Spizuoco - Direttore Divisione Sicurezza Stradale ACI Vallelunga, che hanno portato avanti questo progetto per tutto il 2010. Moderatore della conferenza sarà Mario Mattioli, giornalista Rai Sport, che analizzerà insieme agli ospiti i risultati conseguiti quest'anno dall'ACI nel campo della sicurezza stradale.

"Siamo molto soddisfatti per i successi ottenuti nel corso del 2010" dichiara Marco Brachini. "Sono oltre 20.000 i giovani coinvolti fino ad oggi; questa edizione è stata la più significativa, anche grazie all'utilizzo di Facebook con la pagina "Guida sicura Sara Racing Weekend" dedicata alla sicurezza stradale. In pochi mesi si sono iscritti alla pagina quasi 2.000 ragazzi, di cui oltre l'80% ha giocato al game on line sulla guida sicura Ready 2 Drive. E' un progetto che portiamo avanti ormai 5 anni - conclude Brachini - ci crediamo molto e stiamo già lavorando alla prossima edizione".

"Il luogo comune sui piloti di Formula 1 - spiega Ivan Capelli - è che siamo invincibili, sfrecciando in macchine concepite per andare a più di 300 km/h. Non è vero. La sicurezza e la prudenza sono parte integrante del nostro lavoro e di quello del nostro team, al quale affidiamo, una grande responsabilità". "Ai giovani mi sento di raccomandare una costante prudenza. Anche se le macchine di ultima generazione hanno incrementato i parametri di sicurezza, siamo noi alla guida, sta a noi soltanto il rispetto della nostra vita e di quella altrui".

Autore:

Tag: Eventi , sicurezza stradale , guida sicura , concorsi , piloti , aci


Top