dalla Home

Attualità

pubblicato il 8 febbraio 2011

Blocco del traffico: a Milano è emergenza smog

Già raggiunti i 35 giorni di sforamenti del Pm10 concessi dall'Ue

Blocco del traffico: a Milano è emergenza smog

Milano è già fuorilegge. I blocchi del traffico non sono serviti e in appena un mese e mezzo dall'inizio dell'anno la città ha raggiunto i 35 giorni di sforamenti del Pm10 concessi dall'Unione europea per l'intero anno. Bruxelles ha quindi avviato la procedura d'infrazione con tempi da record. Peggio andò solo nel 2002 e nel 2006, quando la soglia europea venne raggiunta rispettivamente il 4 e il 6 febbraio. E mentre Legambiente ha consegnato a Palazzo Marino una maschera antigas per simboleggiare il fallimento della lotta contro lo smog - la "Mascherina d'oro" -, il presidente della Camera di commercio milanese, Carlo Sangalli, ha lanciato un allarme "economico": "Inquinamento e traffico costano a ciascuna impresa di Milano 3.500 euro l'anno per un totale di un miliardo di euro in termini di ritardi, malattie e giorni di lavoro persi".

LO STOP ALLE AUTO COSTA ALLE IMPRESE 3.500 EURO L'ANNO
"Bisogna uscire dalla logica dell'emergenza - dice Sangalli -, tutti devono unirsi per combattere lo smog", perché l'inquinamento e il traffico costano 3.500 euro all'anno a ogni impresa, ovvero in totale un miliardo di euro tra ritardi, malattie e giorni di lavoro persi. Sangalli ha poi ricordato, durante il suo intervento alla Mobility Conference in corso all'Assolombarda, che "non è una questione soltanto di danno economico, ma c'è soprattutto il tema ambientale al quale, è bene sottolinearlo ancora, gli imprenditori sono sensibili perché un territorio pulito è un territorio più attrattivo a vantaggio di tutti e non solo del settore turistico e dell'accoglienza".

E' SCONTRO TRA GIUNTA E OPPOSIZIONE
La città infatti sta soffrendo. Nonostante i blocchi del traffico e le limitazioni all'uso dei riscaldamenti, Domenica le polveri sottili hanno superato anche di tre volte il livello consentito e quindi l'opposizione alla Moratti attacca: "Sindaco e giunta cincischiano, ma servono scelte drastiche e immediate", ha detto Pierfrancesco Majorino, capogruppo Pd. Ma il vicesindaco Riccardo De Corato non ci sta e crede piuttosto che si tratti di un uso strumentale dei problemi cittadini per andare contro agli esponendi di destra. "L'anno scorso - ha detto il vicesindaco - ben 48 capoluoghi hanno superato i limiti europei".

DOMANI IL VERTICE CON LA PROVINCIA
I provvedimenti del Comune di Milano, come i blocchi del traffico, verranno discussi domani, quando in Provincia si riunirà il tavolo con i sindaci dell'hinterland e i commercianti. "Ci auguriamo di non essere più soli nella battaglia contro l'inquinamento", ha detto sindaco Letizia Moratti, mentre l'assessore ai Trasporti della Provincia, Giovanni De Nicola, ha promesso incentivi per chi non inquina: "Con la nuova card dei trasporti entro l'estate daremo dei bonus a chi usa i mezzi pubblici".

Autore:

Tag: Attualità , blocco traffico , inquinamento , milano


Top