dalla Home

Home » Argomenti » Prezzi benzina

pubblicato il 4 febbraio 2011

Inflazione da record per colpa dei carburanti

Istat: a gennaio benzina +11,3%, gasolio +15,7%, GPL +26,5%

Inflazione da record per colpa dei carburanti

Chi utilizza spesso l'auto e quindi si rifornisce con frequenza presso i distributori se ne sarà già accorto: il prezzo dei carburanti è salito alle stelle. E si tratta di un aumento così vertiginoso che qualcuno è arrivato a lasciare l'auto in garage o a ridurre il numero degli spostamenti su quattro ruote. Lo conferma l'Istat, che oggi ha reso noto il balzo dell'inflazione. A gennaio l'indice è aumentato dello 0,4% rispetto al mese precedente e del 2,1% rispetto all'anno scorso. Numeri da record, che significano un aumento dei prezzi che entrerà nella storia di questi ultimi tre anni. E proprio il carburante per auto è il bene di consumo che più di altri ha trainato l'inflazione.

A gennaio 2011, come riporta l'Istat diffondendo le stime provvisorie sull'inflazione, il prezzo della benzina è aumentato dell'11,3% su base annua e del 3,5% su base mensile (a dicembre 2010 aveva toccato quota +9,9%). Il prezzo del gasolio per mezzi di trasporto è invece aumentato del 15,7% (+14,5% a dicembre) e quello del GPL del 26,5% su base annua e dell'8% su base mensile (+21,3% a dicembre). E pensare che proprio questo "dovrebbe essere" l'anno più trasparente per i listini dei carburanti. Come OmniAuto.it vi ha spiegato pochi giorni fa dal primo febbraio è online il sito del Ministero dello Sviluppo Economico "Osservaprezzi.it", tramite cui il cittadino/automobilista dovrebbe tenere sotto controllo i prezzi dei beni di consumo. Ma il sito è ancora incompleto.

Tuttavia alcuni prezzi già ci sono ed è possibile constatarne la lievitazione verso cifre che si aggirano o superano un euro e 50 centesimi al litro. Un'informazione poco piacevole per chi ha la necessità di usare l'auto e che da un lato sente i petrolieri dare la colpa alle quotazioni del greggio (arrivate a livelli da record) e dall'altra le Associazioni dei Consumatori chiedere il ritorno ai prezzi amministrati. E intanto l'auto (magari) resta in garage.

76 voti Sondaggio

A gennaio 2011 hai ridotto l'uso dell'auto per il caro carburante?

No

  
34%

  
65%

 

Autore:

Tag: Attualità , carburanti alternativi , carburanti


Top