dalla Home

Novità

pubblicato il 2 febbraio 2011

Aston Martin Cygnet

L'Aston per tutti arriva in Italia. Si può ordinare e costa 39.500 euro

Aston Martin Cygnet
Galleria fotografica - Aston Martin CygnetGalleria fotografica - Aston Martin Cygnet
  • Aston Martin Cygnet	   - anteprima 1
  • Aston Martin Cygnet	   - anteprima 2
  • Aston Martin Cygnet	   - anteprima 3
  • Aston Martin Cygnet	   - anteprima 4
  • Aston Martin Cygnet - anteprima 5
  • Aston Martin Cygnet - anteprima 6

Più che un'automobile, un oggetto di lusso. Uno sfizio per signore e signori abbienti che di confondersi nella massa con una smart o una Toyota iQ non ne vogliono sapere. Poco importa, poi, che la Cygnet sia proprio una Toyota iQ andata a scuola di buone maniere in quel di Gaydon, casa Aston Martin, dove le hanno confezionato un vestito di "alta sartoria". La Cygnet è un po' come una borsa di griffe o un orologio alto di gamma: oggetti che si comprano per il piacere di possederli e di esibirli, senza pesare il prezzo. Parola di Ulrich Bez in persona, CEO di Aston Martin. A proposito: l'assegno parte da 39.500 euro per la versione con cambio manuale e da 40.960 euro per quella con il cambio a variazione continua CVT. Forse sarebbe stato più coerente con lo spirito della Cygnet fissare una cifra e poi lasciare libera scelta al cliente finale. Pazienza, non saranno certo questi dettagli a fermare i potenziali acquirenti della vettura.

PIU' ASTON MARTIN PER TUTTI
I dettagli che contano, per chi è interessato alla Cygnet, sono altri. Per esempio, i pellami degli interni sono gli stessi utilizzati sulle Aston "vere", plasmati dalle stesse mani che si prendono cura delle varie V8 Vantage, DB9, DBS, Rapide, V12 Vantage, One-77... Tanto per sentirsi a casa anche quando si va a fare shopping in centro e magari non si ha voglia di dare troppo nell'occhio o di dannarsi per parcheggiare i 5 metri di Rapide, per dirne una. Tuttavia, al contrario di quanto si diceva fino a qualche mese fa, la Cygnet non è riservata a chi è già cliente Aston Martin: le vendite sono aperte a tutti. Un'opera di "democratizzazione" del Marchio? Dato il prezzo, forse no. Di sicuro, anche se Bez & Company non lo ammetteranno mai, ci sono le temute normative anti-smog europee che incombono. Per ogni Costruttore è stato stabilito un tetto massimo di CO2 emessa dai veicoli prodotti, pari 130 g/km, da rispettare entro il 2012: una chimera per i V8 e V12 di cui sopra. Anche se il quadro normativo non è ancora chiarissimo e c'è ancora qualche speranza che vangano concesse deroghe per le aziende più piccole, Aston Martin si è portata avanti.

FANTASIA AL POTERE
Come ogni vettura del Marchio alato, anche la più piccola offre un campionario di personalizzazioni da far perdere la testa (e il conto finale, a lievitazione rapida). Plancia, volante, sedili, cerchi, carrozzeria: ogni Cygnet è potenzialmente un esemplare unico, grazie anche alla possibilità di realizzare colorazioni su campione.

BRIOSA, NON SPORTIVA
Per quanto riguarda il comportamento stradale, non ci sono differenze con la Toyota iQ: la Cygnet differisce dalla giapponese solo nell'estetica; per il resto ricalca il progetto originale. In pratica, la Toyota manda le iQ a Gaydon, dove vengono "spogliate" dei fari, della mascherina, dei cerchi e dei rivestimenti interni, per poi essere personalizzate secondo i dettami della Casa britannica. Interventi che non modificano la sostanza del progetto: una citycar brillante, con l'1.3 da 100 cavalli che ha gioco facile nello spostare il peso piuma della vettura e l'assetto che offre un buon equilibrio fra assorbimento delle asperità e precisione di guida. La iQ/Cygnet è abbastanza piatta sulle quattro ruote e, grazie alla rapidità dello sterzo, si inserisce in curva con una verve insospettabile. Quanto al cambio, il CVT consente al motore di rimanere nel range ottimale di giri, ma come tutti i cambi a variazione continua è affetto da un effetto trascinamento poco piacevole. Imbattibile, infine, l'agilità in città: il diametro di sterzata da record assicura una facilità di manovra a portata di principiante.

MILANO, BOLOGNA, FIRENZE, ROMA
Se siete interessati all'acquisto dovrete recarvi in queste quattro città, le uniche in Italia con un dealer Aston Martin. L'auto è già ordinabile ed è richiesta una caparra di 3.500 euro. Le consegne inizieranno tra fine aprile e inizio maggio.

Galleria fotografica - Aston Martin Cygnet da HarrodsGalleria fotografica - Aston Martin Cygnet da Harrods
  • Aston Martin Cygnet da Harrods - anteprima 1
  • Aston Martin Cygnet da Harrods - anteprima 2
  • Aston Martin Cygnet da Harrods - anteprima 3
  • Aston Martin Cygnet da Harrods - anteprima 4
  • Aston Martin Cygnet da Harrods - anteprima 5
  • Aston Martin Cygnet da Harrods - anteprima 6
Galleria fotografica - Le personalizzazioni della Aston Martin CygnetGalleria fotografica - Le personalizzazioni della Aston Martin Cygnet
  • Le personalizzazioni della Aston Martin Cygnet - anteprima 1
  • Le personalizzazioni della Aston Martin Cygnet - anteprima 2
  • Le personalizzazioni della Aston Martin Cygnet - anteprima 3
  • Le personalizzazioni della Aston Martin Cygnet - anteprima 4
  • Le personalizzazioni della Aston Martin Cygnet - anteprima 5
  • Le personalizzazioni della Aston Martin Cygnet - anteprima 6

Scheda Versione

Aston Martin Cygnet
Nome
Cygnet
Anno
2011 - F.C.
Tipo
Extralusso
Segmento
ultra citycar
Carrozzeria
2 volumi
Porte
3 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Adriano Tosi

Tag: Novità , Aston Martin , auto inglesi


Listino Aston Martin Cygnet

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.3 anteriore benzina 98 1.3 4 € 41.425

LISTINO

1.3 CVT anteriore benzina 98 1.3 4 € 42.897

LISTINO

1.3 Launch Edition anteriore benzina 98 1.3 4 € 52.007

LISTINO

1.3 CVT Launch Edition anteriore benzina 98 1.3 4 € 53.480

LISTINO

 

Top