dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 1 febbraio 2011

La velocità è la prima causa degli incidenti mortali

A Febbraio Autostrade ricorda quali sono i limiti e quale la distanza di sicurezza

La  velocità è la prima causa degli incidenti mortali
Galleria fotografica - "I 12 mesi della Sicurezza Stradale" di Autostrade per l'ItaliaGalleria fotografica - "I 12 mesi della Sicurezza Stradale" di Autostrade per l'Italia
  • \
  • \
  • \
  • \
  • \

La velocità è la prima causa di incidenti mortali e provoca oltre il 50% dei decessi. A ricordarlo è Autostrade per l'Italia che, nell'ambito della campagna informativa "I 12 mesi della Sicurezza Stradale", dedica Febbraio ad azioni di sensibilizzazione sui temi della velocità e della distanza di sicurezza. Lo slogan vuole infatti ricordare come il pericolo maggiore è proprio quando non viene percepito: "Devo cercare di arrivare in tempo, pensa prima ad arrivare".

La fretta può davvero rivelarsi fatale. "Anche nei tratti rettilinei e in condizioni di scarso traffico è molto importante rispettare la distanza di sicurezza e i limiti di velocità. Le statistiche mostrano infatti - come ha ricordato l'amministratore delegato di Autostrade per l'Italia, Giovanni Castellucci - che ogni anno circa il 70% degli incidenti mortali avviene in tratti autostradali rettilinei e che le autostrade più scorrevoli e meno trafficate hanno generalmente tassi di mortalità più elevati della media. Tali condizioni di guida, infatti, inducono ad aumentare la velocità e a sottovalutare il rischio". Il consiglio resta quindi quello di mantenere la massima attenzione e di guidare sempre rispettando i limiti di velocità e la distanza di sicurezza.

Per questo ricordiamo quali sono i principali limiti su strade e autostrade italiane (a meno di ulteriori specifiche segnalazioni):
130 km/h in autostrada per le auto su fondo asciutto
110 km/h in autostrada per le auto su fondo bagnato
110 km/h sulle strade extraurbane principali (90 km/h in caso di pioggia)
50 km/h nei centri abitati
In autostrada ricordiamo anche:
80 Km/h sulle deviazioni in presenza di un cantiere
60 Km/h sui restringimenti in presenza di un cantiere
80 km/h per camion e tir
La distanza di sicurezza dai veicoli che precedono è pari invece in autostrada:
150 metri su fondo asciutto a 130 km/h
150 metri su fondo bagnato a 110 km/h

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale , autostrade


Top