dalla Home

Curiosità

pubblicato il 31 gennaio 2011

La Fiat 500 sorprende la stampa USA

Design e comfort apprezzati nei primi test a poche settimane dal lancio

La Fiat 500 sorprende la stampa USA
Galleria fotografica - La Fiat 500 al Motor Village di Los AngelesGalleria fotografica - La Fiat 500 al Motor Village di Los Angeles
  • La Fiat 500 al Motor Village di Los Angeles - anteprima 1
  • La Fiat 500 al Motor Village di Los Angeles - anteprima 2
  • La Fiat 500 al Motor Village di Los Angeles - anteprima 3
  • La Fiat 500 al Motor Village di Los Angeles - anteprima 4
  • La Fiat 500 al Motor Village di Los Angeles - anteprima 5
  • La Fiat 500 al Motor Village di Los Angeles - anteprima 6

Per il giudizio del pubblico bisognerà attendere le statistiche di fine anno, ma intanto la Fiat Cinquecento "americana" è stata provata su strada dalla stampa specializzata USA, i cui commenti ci consentono di capire un po' meglio cosa differenzia le auto americane da quelle europee, in special modo su un modello nato per l'Europa e successivamente "adattato" con i dovuti accorgimenti ai gusti dell'automobilista statunitense. Ecco quindi una carrellata dei giudizi più interessanti dei giornalisti che hanno provato la compatta torinese in quel di San Diego, California.

PIACE ANCORA
Ormai è passato qualche anno dal lancio della 500 in Europa (era il luglio 2007), ma il design di Roberto Giolito dimostra di avere ancora qualcosa da dire, perché la 500 negli USA è risultata unanimemente simpatica, almeno fra i giornalisti. Per AutoWeek "i passanti hanno la stessa reazione che normalmente viene riservata ai bambini o ai cagnolini e anche se attraversi le strade intorno a casa, al volante della 500 puoi immaginarti di andare in giro per Roma schivando le Vespa ad ogni curva". AutoGuide.com analizza il target: "forse sarà un successo fra le donne, ma probabilmente un po' meno fra la clientela maschile, giovane o adulta".

SULLE STRADE D'AMERICA
Interessante la considerazione del Wall Street Journal sulle dimensioni della Cinquecento vs le dimensioni tipicamente abbondanti delle auto americane: "Non c'è da girarci molto attorno che la piccola taglia della Cinquecento può causare qualche preoccupazione. Una volta a bordo, però, la paura di essere relegati su una subcompatta fra i giganti svanisce. La posizione di guida rialzata allevia infatti ogni 'invidia da dimensioni' quando si viaggia su strade a sei corsie piene zeppe di SUV e pick-up". Edmunds.com rivela che "una ulteriore riduzione della rumorosità era necessaria per i suscettibili Americani, quindi Fiat ha aggiunto nuovi pannelli fonoassorbenti alle portiere e riempito i montanti di schiuma. E un portavoce della Casa ci ha detto che il management è così soddisfatto da questi miglioramenti che verranno adottati anche sui modelli europei". Per Car and Driver "il pulsante 'Sport' sulla plancia dovrebbe invece essere etichettato 'Perfect', perché è così che diventa lo sterzo. Il pedale della frizione sembra invece collegato al nulla, anche se l'attacco è così progressivo che non abbiamo avuto problemi nelle partenze".

IL 1.4 MULTIAIR
Sempre per Car and Driver, con il motore 1.4 MultiAir la 500 "Non è un razzo. Un motore così piccolo avrebbe bisogno di una bella dose di 'palestra' e sebbene non sia così veloce a raggiungere la linea rossa del contagiri come un Honda, non sembra mai in difficoltà. Però, nelle salite moderate, non siamo riusciti a mantenere le 65 mph in terza marcia. Dubitiamo che i compratori abbiano voglia di viaggiare a 5.000 giri, comunque chi vuole più potenza dovrà aspettare l'arrivo della 500 Abarth, all'inizio del 2012". Il motore italiano, invece, ha fatto una buona impressione nella guida in autostrada, una costante della mobilità americana. Dice infatti il giornalista di Motor Trend: "Con solo 1.4 litri mi apsettavo il peggio. Invece a velocità da freeway - 80, 85 e 90 mph - la 500 non solo non fa fatica, ma scorre in assoluta scioltezza".

LE CONCORRENTI D'OLTREOCEANO
Il panorama del segmento B americano, intanto, si è fatto sempre più affollato negli ultimi due-tre anni: da una parte ci sono le economiche Toyota Yaris, Honda Fit e Ford Fiesta (insieme alla "cugina" Mazda2) ed in arrivo c'è la Chevy Sonic. Sono vetture già abbastanza popolari, ma la piccola torinese come posizionamento di mercato avrà come avversaria principale la MINI, rispetto alla quale costa un po' meno, ma che è l'unico modello europeo fra le compatte ad avere veramente sfondato (specialmente in versione Cooper S). Fra le altre "emigranti", quelle che dovrebbero invece preoccupare meno Fiat nel perseguire l'obiettivo delle 50.000 500 all'anno fra USA e Canada (guardacaso, stesso obiettivo di MINI) sono la smart fortwo, che però ultimamente ha rallentato per diversi motivi e sta preparando una 5 porte con Nissan, e la Scion iQ derivata dalla Toyota iQ, che invece arriverà negli USA nella primavera 2011.

Galleria fotografica - Fiat 500 per l'AmericaGalleria fotografica - Fiat 500 per l'America
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 1
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 2
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 3
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 4
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 5
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 6

Autore:

Tag: Curiosità , Fiat , auto italiane , dall'estero


Top