dalla Home

Curiosità

pubblicato il 26 gennaio 2011

Pagani Huayra: ali mobili per correre veloce

Aerodinamica sofisticata, con 4 flap attivi che ottimizzano la deportanza

Pagani Huayra: ali mobili per correre veloce
Galleria fotografica - Pagani HuayraGalleria fotografica - Pagani Huayra
  • Pagani Huayra - anteprima 1
  • Pagani Huayra - anteprima 2
  • Pagani Huayra - anteprima 3
  • Pagani Huayra - anteprima 4
  • Pagani Huayra - anteprima 5
  • Pagani Huayra - anteprima 6

Una delle novità più interessanti della Pagani Huayra è la presenza sulla carrozzeria di quattro flap mobili disposti alle estremità della vettura, due all'anteriore e due in coda. Per la prima volta su una vettura dalle prestazioni estreme vengono quindi montate delle "ali" che vanno a modificare la forma e l'impatto aerodinamico della carrozzeria, non più solo al posteriore. Altri costruttori di supercar si erano fino ad ora cimentati in arditi esercizi aerodinamici per incollare la vettura alla strada alle massime velocità (vedi Koenigsegg CCX, Bugatti Veyron e le alette deformabili della Ferrari 458 Italia), ma nessuno era ancora arrivato ad utilizzare una centralina elettronica per adattare la sagoma alle diverse esigenze di guida.

AERODINAMICA ATTIVA
Il sistema centralizzato di gestione dell'aerodinamica riceve ed elabora le informazioni relative a velocità, imbardata, accelerazione laterale, angolo di sterzata e posizione della farfalla motore, ed agisce in modo da ottenere un'auto dal comportamento neutro in tutte le condizioni, correggendo aerodinamicamente il rollio e la frenata. L'obiettivo è quello di avere, di volta in volta, il minimo coefficiente d'attrito ed il massimo coefficiente di deportanza, in modo che la Pagani Huayra possa adattarsi al meglio alla dinamica del momento. Nasce quindi l'automobile "adattiva anche nella forma", che in più sfrutta i gradienti di pressione per generare flussi spontanei di estrazione aria dai radiatori. Esempi di questa fluidodinamica applicata vengono dal radiatore centrale, raffreddato sia attraverso il cofano anteriore che i passaruota e dai radiatori laterali, che incanalano aria calda (50°) sui freni per migliorarne l'efficienza nelle frenate iniziali.

FLUIDODINAMICA AL SERVIZIO DELLA GUIDA
Anche le prese d'aria poste dietro alle ruote anteriori generano una pressione negativa all'interno del passaruota e provocano un'estrazione d'aria che abbassa il coefficiente di penetrazione aerodinamica e genera deportanza all'avantreno. La stessa cura per il dettaglio è stata riservata alle due prese d'aria motore poste dietro l'abitacolo, con un padiglione che crea una turbolenza minima per non disturbare i flap posteriori. Il carico aerodinamico che permette alla Pagani Huayra di mantenere una deportanza ottimale è ottenuto anche con l'utilizzo del fondo piatto e del diffusore posteriore che creano due aree di forte pressione negativa.

Scheda Versione

Pagani Huayra
Nome
Huayra
Anno
2011
Tipo
Extralusso
Segmento
sportive
Carrozzeria
2 volumi
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Curiosità , Pagani , auto italiane


Top