dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 17 gennaio 2011

Chrysler: in preparazione due pick-up

Il successore del Dakota è monoscocca e torna il Jeep Gladiator

Chrysler: in preparazione due pick-up
Galleria fotografica - Jeep Gladiator conceptGalleria fotografica - Jeep Gladiator concept
  • Jeep Gladiator concept - anteprima 1
  • Jeep Gladiator concept - anteprima 2
  • Jeep Gladiator concept - anteprima 3
  • Jeep Gladiator concept - anteprima 4
  • Jeep Gladiator concept - anteprima 5
  • Jeep Gladiator concept - anteprima 6

Il gruppo Chrysler sta pensando di inserire nei suoi piani due nuovi pick-up e potrebbe esserci a sorpresa anche una Jeep con il cassone. Lo ha confermato Fred Diaz, capo del brand Ram, al quotidiano Detroit News aggiungendo tra l'altro che il successore del Dakota, previsto a cavallo tra il 2012 e il 2013, potrebbe avere una struttura monoscocca e che la scelta del pianale potrebbe ricadere su una base Fiat.

UN RAM TUTTO D'UN PEZZO
In entrambi i casi, il nuovo pick-up americano cambierà nome. Insomma saremmo di fronte a un bel trio di innovazioni fondamentali per il marchio che significheranno sicuramente una diminuzione delle capacità di traino del pick-up Dodge, ma anche un drastico alleggerimento per consentirgli di raggiungere il target di 30 miglia per gallone. Il modello di stile - ha confermato Diaz - sarà finalizzato nei prossimi giorni e sottoposto a test visivi presso i clienti per valutarne le reazioni. Più di ogni cosa, sarà da verificare l'accettazione di un pick-up monoscocca al cliente americano visto che l'unico sul mercato - l'Honda Ridgeline - non ha ricevuto certo grande favore tanto che la casa giapponese sta riflettendo se dargli un erede o portarlo fino alla fine del suo ciclo senza rinnovarlo né sostituirlo. In generale, il riposizionamento del marchio RAM, con l'inclusione anche di veicoli commerciali su base Fiat, e la sua differenziazione da quello Dodge sono un'autentica scommessa.

IL RITORNO DEL GLADIATOR
Quanto al pick-up Jeep, la volontà sembra provenire in particolare da Sergio Marchionne a cui è piaciuto molto il concept Gladiator - denominazione già usata per un pick-up dal marchio di fuoristrada dal 1962 al 1970 - presentato al Salone di Detroit nel 2005 e riproposto ai concessionari americani lo scorso settembre ottenendone un parere positivo. La piattaforma prescelta dovrebbe essere quella del Wrangler in configurazione single-cab e, con ogni probabilità, ne conserverà esteticamente la parte frontale e gli interni. Per il motore, è prevedibile un aggiornamento perché il V6 3.8 da 199 CV attuale sente oramai il peso degli anni e la logica dice che il naturale sostituto è un V6 della nuova famiglia Pentastar, ma con cilindrata di 3,3 litri e potenza di 235 CV insieme al Diesel 4 cilindri 2,8 litri VM con stop&start da 200 CV. In comune ci sarà anche il sito produttivo di Toledo. Per citare le parole del brand manager di Jeep, Mike Manley, "un pick-up Jeep non è mai fuori dallo schermo radar". E sembra che si stia sempre di più avvicinando. Contatto previsto: già nel 2012.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Anticipazioni , Chrysler , auto americane


Top