dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 17 gennaio 2011

Il colpo di sonno causa 1 incidente mortale su 5

Autostrade per l'Italia lancia l'allarme ed una campagna di sensibilizzazione

Il colpo di sonno causa 1 incidente mortale su 5
Galleria fotografica - "I 12 mesi della Sicurezza Stradale" di Autostrade per l'ItaliaGalleria fotografica - "I 12 mesi della Sicurezza Stradale" di Autostrade per l'Italia
  • \
  • \
  • \
  • \
  • \

Guidare di notte è più pericoloso di quanto si possa immaginare. Il tasso di mortalità nella fascia oraria 23.00 - 06.00 è cinque volte superiore rispetto al resto della giornata ed oltre il 40% degli incidenti mortali avviene proprio in queste ore, nonostante il traffico sia più scarso. Succede per via del colpo di sonno, che è la causa di un incidente mortale su cinque. Tuttavia, nonostante ciò, un conducente su due si mette al volante stanco. Per questo Autostrade per l'Italia ha pensato di lanciare una campagna informativa che renda più consapevoli gli automobilisti dei rischi che corrono. Si chiama "I 12 mesi della Sicurezza Stradale" ed il tema del colpo di sonno è soltanto il primo di una serie. Ogni mese ne verrà affrontato uno, ad esempio a febbraio si parlerà di velocità e distanze di sicurezza, e successivamente verrà lanciato un concorso per assegnare dei premi a chi riuscirà ad invetare i messaggi più efficaci sulla Sicurezza Stradale da pubblicare sui Pannelli a Messaggio Variabile lungo l'autostrada.

IL COLPO DI SONNO NON E' DA SOTTOVALUTARE
E' opinione comune che se si viaggia stanchi ci sono molti modi per rimanere svegli, come ascoltare la radio, parlare con il compagno di viaggio... In realtà quando si è stanchi il colpo di sonno è improvviso e non lascia il tempo per accorgersi che sta arrivando. Per prevenirlo, dice il Condirettore Generale di Autostrade Lorenzo Lo Presti, "è necessario programmare gli spostamenti ed arrivare al volante in piena forma. Anche se si è riposati è importante fare delle frequenti pause, dai 10 ai 20 minuti ciascuna almeno ogni due ore. Alla prima avvisaglia di stanchezza fermatevi in un'area di servizio se non volete correre pericoli", suggerisce Lo Presti, ricordando che al fine di sensibilizzaregli automobilisti sull'importanza di fermarsi per una pausa Autostrade per l'Italia, insieme ai partner della ristorazione, offre il "caffè gratis", dalle 00.00 alle 05.00, nelle aree di servizio aderenti all'iniziativa.

LE PROSSIME TAPPE DE "I 12 mesi della Sicurezza Stradale"
L'approfondimento di Autostrade per l'Italia sulla Sicurezza Stradale proseguirà a febbraio con il tema della velocità e delle distanze di sicurezza. A marzo si parlerà di cinture di sicurezza anteriori e posteriori; ad aprile di alcol e droga e a maggio di controllo dell'auto. In estate invece sarà la volta della distrazione al volante, delle informazioni sulla viabilità e della corsia di emergenza e delle piazzole di sosta. "I 12 mesi della Sicurezza Stradale" proseguiranno a settembre con i consigli su come viaggiare con i bambini in auto, affrontare il maltempo e come funziona il tutor. A dicembre, infine, si spiegheranno i rischi della guida su tratti innevati. Le iniziative di comunicazione e sensibilizzazione saranno realizzate attraverso diversi canali, dai Caselli e le Aree di Servizio, a Internet, passando per i Pannelli a messaggio variabile e la radio.

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top