dalla Home

Motorsport

pubblicato il 17 gennaio 2011

Dakar 2011: è tripletta Volkswagen

In Argentina e Cile è ancora tripletta Volkswagen: vince Nasser Al-Attiyah con De Villiers e Sainz sul podio

Dakar 2011: è tripletta Volkswagen
Galleria fotografica - Volkswagen alla Dakar 2011Galleria fotografica - Volkswagen alla Dakar 2011
  • Volkswagen alla Dakar 2011 - anteprima 1
  • Volkswagen alla Dakar 2011 - anteprima 2
  • Volkswagen alla Dakar 2011 - anteprima 3
  • Volkswagen alla Dakar 2011 - anteprima 4
  • Volkswagen alla Dakar 2011 - anteprima 5
  • Volkswagen alla Dakar 2011 - anteprima 6

La Dakar del nuovo corso sudamericano è ancora terreno di conquista dello squadrone Volkswagen, che come nel 2010 ha monopolizzato il podio della categoria auto con Nasser Al Attiyah, Giniel De Villiers e Carlos Sainz in ordine di arrivo nella festa per la conclusione della 33esima edizione che si è disputata fra Argentina e Cile.

AL ATTIYAH NELLA STORIA
Alla squadra tedesca va il primato delle vittorie di tappa, ben 12 su 13, ma l'edizione 2011 del raid più famoso è importante del mondo è stata tutt'altro che scontata, perché la lotta fra compagni di team è stata serrata. Al pilota del Qatar (e al suo navigatore Timo Gottschalk) è riuscito ancora una volta di entrare nella storia: l'anno scorso per il più breve distacco dal vincitore mai registrato - 2'12 - dal vincitore Sainz, quest'anno per essere diventato il primo driver arabo a vincere la competizione.

VETERANI SFORTUNATI
Alla settima partecipazione, Al Attiyah ha consumato la sua "vendetta" sull'ex Campione del Mondo Rally iberico vincendo con largo margine: con quattro vittorie di tappa, ha tagliato il traguardo di Buenos Aires con 49'41di vantaggio davanti a De Villiers e 1h 20'38 davanti a Carlos Sainz, che è rimasto imbattuto nelle vittoria di tappa - 7 totali - ma ha subito il sorpasso all'ottava speciale quando è rimasto bloccato fra le dune fra Antofagasta e Copiapó per poi allontanarsi definitivamente dalla testa della corsa, pur mantenendo la seconda posizione, a causa di una sospensione rotta a due speciali dalla fine fra Chilecito e San Juan. Nulla da fare per "Monsieur Dakar" Stephane Peterhansel, ancora quarto e con poche chance di vittoria sulla BMW X3 CC del Team X-Raid afflitta da numerose forature. Il recordman di tutti i tempi perde anche l atesta della classifica di speciali vinte: adesso comanda Sainz con 24 speciali a 23.

GLI ITALIANI
Con le due PanDAKAR di Elio Moro-David Giovannetti e Loris Calubini-Giulio Verzeletti ritirate alla sesta e settima tappa (arrivo al bivacco fuori tempo massimo con conseguente penalizzazione), il migliore degli italiani in gara è risultato con la 42esima piazza Maurizio Dominella, navigatore del cinese Kun Liu sulla Rely X5 Chery ufficiale. Col terzo posto si è guadagnata il podio nella classifica donne la nostra Silvia Giannetti del team Maremma Riders, che ha terminato in 79esima posizione fra le moto, di cui potete leggere il resoconto dettagliato sulle pagine di OmniMoto.it

Autore:

Tag: Motorsport , Volkswagen , rally , dakar


Top