dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 17 gennaio 2011

Volvo SARTRE, primi test dimostrativi

Il sistema di guida automatica dei convogli è nella fase di "sperimentazione fisica"

Volvo SARTRE, primi test dimostrativi
Galleria fotografica - Volvo SARTRE, primi test dimostrativiGalleria fotografica - Volvo SARTRE, primi test dimostrativi
  • Volvo SARTRE, primi test dimostrativi - anteprima 1
  • Volvo SARTRE, primi test dimostrativi - anteprima 2
  • Volvo SARTRE, primi test dimostrativi - anteprima 3
  • Volvo SARTRE, primi test dimostrativi - anteprima 4
  • Volvo SARTRE, primi test dimostrativi - anteprima 5
  • Volvo SARTRE, primi test dimostrativi - anteprima 6

A un anno dal via del progetto SARTRE di Volvo, iniziano i primi test su strada del sistema automatico in grado di guidare convogli autostradali di più veicoli senza bisogno dell'intervento umano. L'obiettivo è quello di snellire i flussi di traffico riducendo i tempi di spostamento e, di conseguenza, offrire un maggior confort ai conducenti. Gli effetti correlati all'ottenimento di questo processo di ottimizzazione sono la riduzione del numero di incidenti stradali e il contenimento dei consumi di carburante e delle emissioni di CO2.

A livello di ricerca e sviluppo, i primi studi di progetti di questo tipo risalgono agli anni '90 e hanno storicamente coinvolto Costruttori come Volvo e Mercedes-Benz, entrambi impegnati nello sviluppo di tecnologie da applicare sui veicoli industriali ed effettuare poi il carry over di conoscenze sulle proprie automobili. La fase di sperimentazione fisica che Volvo sta mettendo in atto è finalizzata alla validazione di tutti i componenti che permetteranno ai convogli di più veicoli di viaggiare in automatico sui percorsi autostradali. Negli ultimi mesi del 2010 sono stati fatti esperimenti utilizzando un primo veicolo capofila e un secondo accodato, in preparazione dei test che coinvolgeranno più unità.

Oltre all'elaborazione delle cosiddette logiche di alto livello (che presiedono cioè al controllo automatico della guida) implementate nelle centraline elettroniche, il buon funzionamento del sistema passa attraverso la realizzazione di un protocollo di comunicazione da veicolo a veicolo, l'integrazione dei sensori, il controllo di basso livello (gergo tecnico per individuare la fase di attuazione) e il governo della dinamica laterale e longitudinale del veicolo. L'affinamento del software dovrà ora tener conto dei casi di utilizzo, fattori umani e comportamenti associati al sistema di convogli, integrando i parametri fondamentali per automatizzare il controllo della configurazione a 5 veicoli che sarà testata nell'arco di tutto il 2011.

Autore:

Tag: Curiosità , Volvo , sicurezza stradale , infrastrutture , veicoli commerciali


Top