dalla Home

Novità

pubblicato il 11 gennaio 2011

Toyota Prius v

Dopo la Prius e la Prius plug-in ecco la terza della famiglia. Solo per gli USA dall’estate

Toyota Prius v
Galleria fotografica - Toyota Prius vGalleria fotografica - Toyota Prius v
  • Toyota Prius v - anteprima 1
  • Toyota Prius v - anteprima 2
  • Toyota Prius v - anteprima 3
  • Toyota Prius v - anteprima 4
  • Toyota Prius v - anteprima 5
  • Toyota Prius v - anteprima 6

La Toyota Prius v è, come annunciato, il nuovo modello ibrido della casa giapponese con carrozzeria monovolume e il terzo di quella che ora è la famiglia Prius e che fa il suo debutto al Salone di Detroit proprio mentre la capostipite è a un passo dal milione di unità - 955mila per la precisione - vendute negli USA ed è la terza Toyota più venduta da queste parti.

LA PIATTAFORMA PRIUS ALL'INSEGNA DELLA VERSATILITA'
Lunga 4,61 metri, larga 1,77 e alta 1,57 con un passo di 2,78 metri, la v condivide con la Prius la stessa piattaforma e lo stesso sistema ibrido, ha un cx di soli 0,29 e uno spazio di carico del 50% superiore a quello della Prius berlina offrendo così una tipologia di carrozzeria e una volumetria per 5 persone interna più consona al mercato americano, in particolare per le giovani famiglie. V sta infatti per Versatility e il concetto dal quale viene anche l'appellativo Verso usato un Europa, ma per il momento la v rimarrà solo americana così come la strategia della famiglia di ibride.

A BORDO PIU' TECNOLOGIA
Notevole la dotazione tecnologica che comprende, così come per la Prius, il Touch Tracer Display, la ventilazione alimentata da celle solari, il sistema Smart Key con avviamento a pulsante, l'assistenza per il superamento della corsia, il Dynamic Radar Cruise Control con Pre-Collision System (PCS), il sistema di parcheggio automatico e i fari a LED. In più c'è la telecamera posteriore e fa il suo debutto il sistema multimediale Entune a riconoscimento vocale, appena presentato al CES di Las Vegas che sarà esteso poi ad altri modelli della gamma e presenta la più ampia gamma di connettività e di musica disponibili su un automobile attraverso onde radio, internet e satellite oltre alla possibilità di prenotare i biglietti per il cinema e l'aereo e avere informazioni sulla borsa o dove costa di meno la benzina nei paraggi. Novità invece è il tetto panoramico in resina che pesa il 40% in meno di quello in vetro e, in più, può vantare proprietà insonorizzanti superiori. L'abitacolo è protetto da 7 airbag.

SOTTO LA CARROZZERIA NIENTE DI NUOVO
Nessuna novità invece per il sistema ibrido che eroga in totale 136 CV: motore a benzina di 1,8 litri a ciclo Atkinson e motore elettrico alimentato da una batteria al nickel-metal-idruro, solo che i livelli di consumo sono del 20% inferiori a quelle della Prius: 40 miglia per gallone invece dei 50 della berlina, ma sempre con la possibilità di fare un paio di km a emissioni zero. Se confrontati con i dati della Prius europea potremmo parlare di 4,7 litri/100 km e meno di 110 g/km di CO2. Ridottissime le emissioni degli inquinanti, addirittura del 66% inferiori alla media. La Prius v arriverà in listino per l'estate.

Scegli Versione

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Novità , Toyota , auto giapponesi , detroit , auto ibride


Top