dalla Home

Curiosità

pubblicato il 4 gennaio 2011

Fiat dice no al passaggio di Ronaldinho al Palmeiras

La Casa torinese vuole l'esclusiva dello sponsor sulle maglie

Fiat dice no al passaggio di Ronaldinho al Palmeiras

Il trequartista del Milan, Ronaldinho, è ormai di ritorno verso il suo Brasile, dove chiuderebbe la carriera nella squadra del Palmeiras. La Fiat sponsorizza il club di San Paolo e sulle casacche dei calciatori campeggia in esclusiva il logo delle auto torinesi. L'impossibilità di affiancare altri brand al marchio automobilistico sarebbe un ostacolo per il trasferimento del fantasista del Milan, che con sè porterebbe i finanziamenti delle aziende che dall'operazione-Dinho riceverebbero visibilità sulle maglia dei "Verdao", violando gli accordi tra Fiat e Palmeiras. D'altronde il Gruppo torinese è leader nel mercato brasiliano, proprio quando invece sta perdendo quote di vendita sia in Italia che in Europa.

La soluzione si troverebbe nel concedere un piccolo spazio che il Palmeiras affitterebbe sulle maniche delle sue maglie, ma che non consentirebbe di coprire la spesa di 580.000 euro mensili offerti dai brasiliani a Ronaldinho. L'ultima parola resta però alla Fiat, che se non accetterà di rivedere il contratto, impedirà a Ronaldinho di lasciare Milanello, proprio quando sembrava che potesse diventare nerazzurro e raggiungere il neo-allenatore dell'Inter Leonardo (brasiliano e amico del calciatore), prima che il Milan glielo impedisse. Vedremo come il maggior azionista della Juventus, la Fiat appunto, gestirà questo incrocio di interessi: prevarranno le ragioni del "tifoso" Andrea Agnelli (presidente della Juventus) o il pragmatismo dell'amministratore delegato Sergio Marchionne?

Autore:

Tag: Curiosità , Fiat , lifestyle , dall'estero


Top