dalla Home

Motorsport

pubblicato il 4 gennaio 2011

Domenicali: "Dopo Abu Dhabi volevo smettere"

Il team principal resta al muretto della Rossa e lascia nel cassetto le dimissioni

Domenicali: "Dopo Abu Dhabi volevo smettere"

Stefano Domenicali ha ammesso di aver pensato di rassegnare le dimissioni dopo l'ultimo GP del Campionato di F1 perso da Alonso per una scelta strategica sbagliata degli uomini di Maranello. Come riferito dai nostri colleghi di OmniCorse, il direttore sportivo della Scuderia di Marannello ha confessato al quotidiano La Repubblica di non aver dormito per due giorni dopo la cocente sconfitta subita ad Abu Dhabi e, dopo un serio esame di coscienza, aver deciso di restare per ricondurre al successo la Rossa.

"Dopo Abu Dhabi mi sono personalmente posto il problema. Mi sono chiesto se era giusto o no che rimanessi. Mi è sembrata una riflessione doverosa. Responsabile. Non sono attaccato alla sedia" ha detto Domenicali. "Però sono giunto alla conclusione che dimettermi sarebbe stato un errore. Conosco il team e penso di essere la persona giusta per capitalizzare al meglio tutto quanto abbiamo seminato in questi mesi. Dal punto di vista metodologico, a Maranello, abbiamo cambiato quasi tutto e sono certo presto vedremo i risultati di tanto lavoro" ha aggiunto.

Per Domenicali l'errore di Abu Dhabi ha avuto un effetto devastante, che in una gara "normale" sarebbe stato accettabile, e pertanto non deve oscurare le cose positive fatte negli anni passati. Si guarda già al futuro, dunque. La voce più insistente vede Pat Fry, ex progettista McLaren, prossimo ad entrare nel team di Maranello. La rassicurazione più importante del leader del muretto, tuttavia, è che chi prenderà le decisioni cruciali per la squadra avrà tutti gli strumenti per non ripetere gli errori commessi in passato.

Autore:

Tag: Motorsport , Ferrari , formula 1


Top