dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 13 marzo 2006

Land Rover E-Terrain: un pieno di tecnologia!

Land Rover E-Terrain: un pieno di tecnologia!
Galleria fotografica - Land Rover E-Terrain ConceptGalleria fotografica - Land Rover E-Terrain Concept
  • Land Rover E-Terrain Concept - anteprima 1
  • Land Rover E-Terrain Concept - anteprima 2
  • Land Rover E-Terrain Concept - anteprima 3
  • Land Rover E-Terrain Concept - anteprima 4
  • Land Rover E-Terrain Concept - anteprima 5

Al Salone di Ginevra di quest'anno Land Rover ha esposto, sotto forma di un'insolita Concept car priva di carrozzeria, alcune importanti tecnologie che saranno applicate nei prossimi anni ai 4x4 della Casa inglese.

Il "pacchetto" di innovazioni è stato battezzato "e-Terrain" e mira, per le future Land, a ridurre il consumo di carburante del 30% e ad abbattere le emissioni di CO2 di ben 150 grammi/km.

In questo contesto il dispositivo più interessante è l'Electric Rear Axle Drive, cioè un motore elettrico installato nel differenziale posteriore che su strada è in grado di spingere il veicolo fino a 32 km/h di velocità, senza consumare e inquinare alcunché. Il motore elettrico è molto utile inoltre nella guida in fuori strada poiché fornisce coppia motrice supplementare e potenzia l'effetto del freno motore quando si percorrono discese ripide. La batteria di alimentazione è agli ioni di litio e si ricarica durante le frenate.
L'Electric Rear Axle Drive è coadiuvato dall'ISG (Integrated Starter-Generator), che limita ulteriormente le emissioni di CO2 spegnendo il motore endotermico ogni qual volta si arresta il veicolo.

Secondo il prototipo "e-Terrain", il sistema di trazione integrale non è permanente sulla quattro ruote, ma si inserisce nella guida in fuoristrada o quando la centralina di gestione rileva condizioni di aderenza difficili. A detta di Land Rover tale dispositivo dovrebbe garantire un tempo di trasferimento della coppia motrice, inferiore a quello dei sistemi oggi sul mercato.

Fra le altre novità degne di nota, segnaliamo un sistema che sfrutta i gas di scarico per accelerare il riscaldamento del motore quando lo stesso è freddo (questo consente al catalizzatore di entrare prima in temperatura e quindi in funzione), la compatibilità del propulsore con l'alimentazione di biodiesel derivato da risorse rinnovabili e l'adozione di un servosterzo elettrico.

Tutti i sistemi fin qui citati funzionano in modo sinergico e sono coordinati da un'unica centralina elettronica.

Autore: Alessandro Lago

Tag: Prototipi e Concept , Land Rover


Top