dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 21 dicembre 2010

Mercedes B55 V8

Dotare la Classe B di un 5.500 V8 è la sfida di questo prototipo

Mercedes B55 V8
Galleria fotografica - Mercedes B55 V8Galleria fotografica - Mercedes B55 V8
  • Mercedes B55 V8 - anteprima 1
  • Mercedes B55 V8 - anteprima 2
  • Mercedes B55 V8 - anteprima 3
  • Mercedes B55 V8 - anteprima 4
  • Mercedes B55 V8 - anteprima 5
  • Mercedes B55 V8 - anteprima 6

Prendete il corpo vettura della Classe B 200 CDI e calate sotto il suo cofano l'otto cilindri a V della E 500, da 378 CV e 530 Nm di coppia: è questa la sfida che hanno raccolto dodici giovani ingegneri durante il loro periodo di tirocinio presso il centro Daimler di Rastatt. Il cambio scelto per il prototipo è l'automatico 7G-Tronic di Casa Mercedes e, date le potenze e le coppie in gioco, la B55 è dotata dell'albero di trasmissione di una Classe E 430 (vecchio modello) che porta il moto al retrotreno, realizzando così un inusuale MPV a trazione posteriore. Ci sono voluti 8 mesi di lavoro per approntare alla scocca le modifiche necessarie ad alloggiare la rinnovata meccanica.

Per i padri di famiglia dall'animo sportivo, tuttavia, la cattiva notizia è che la Classe B ad otto cilindri rimarrà un esemplare unico, realizzato come esercizio tecnico. Non per questo, però, dalla vettura sono stati eliminati i consueti sistemi di sicurezza attiva: ABS, ASR ed ESP hanno ricevuto una pesante ritaratura delle soglie di intervento, necessaria per un'auto a baricentro ad alte prestazioni. Il magazine inglese Autocar ha testato il tempo di accelerazione di 5,2 secondi per passare da 0 a 100 km/h, mentre il limtatore elettronico fissato a 250 km/h non ha permesso di verificare a quale limite ci si potrebbe spingere con una superficie frontale comunque elevata, data la natura del veicolo.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Mercedes-Benz , auto europee , tuning , serie speciali


Top