dalla Home

Attualità

pubblicato il 21 dicembre 2010

Maltempo: caos in autostrada, nessun colpevole

Secondo Matteoli serve solo un maggior coordinamento

Maltempo: caos in autostrada, nessun colpevole
Galleria fotografica - Autostrada bloccata causa neveGalleria fotografica - Autostrada bloccata causa neve
  • Autostrada bloccata causa neve - anteprima 1
  • Autostrada bloccata causa neve - anteprima 2
  • Autostrada bloccata causa neve - anteprima 3
  • Autostrada bloccata causa neve - anteprima 4

Nessuno è colpevole per quanto avvenuto venerdì 17 dicembre sull'Autostrada tra Firenze e Arezzo. Se migliaia di automobilisti hanno passato bloccati in macchina una media di dieci ore (con scene apocalittiche come quelle raccontateci da una nostra lettrice) è successo perché non c'è stato il giusto coordinamento tra la Protezione Civile, la Polizia stradale, Anas, Ferrovie e Autostrade, che hanno comunque agito al massimo delle loro possibilità. E' a questa conclusione che sono giunti i vertici convocati ieri dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, il quale ha sottolineato: "Non c'è bisogno di nuove leggi ciò che serve è l'individuazione di un maggior coordinamento che non può che far capo al ministero degli Interni e alla polizia stradale", esiste già un decreto "ancora valido e che deve essere punto di riferimento, un decreto del ministero degli Interni di concerto con il ministero delle Infrastrutture del 27 gennaio 2005".

SERVE UN MAGGIOR COORDINAMENTO
La ricetta per evitare che si ripeta l'odissea dello scorso weekend su un tratto di autostrada a causa del maltempo sarebbe quindi la seguente: un maggior coordinamento che deve fare capo al ministero degli Interni, una maggiore informazione, la rimodulazione dei piani di intervento per fronteggiare le emergenze climatiche e un codice di comportamento dell'autotrasporto. Matteoli ha anche ribadito l'importanza del ruolo dei prefetti "che rispetto", ha detto il ministro, ma che "devono vigilare e intervenire quando non si può più andare in autostrada".

MEZZI PESANTI: BLOCCO PREVENTIVO?
Il ministro Matteoli ha escluso la possibilità di blocco preventivo dei mezzi pesanti e ha puntualizzato che gli eventi devono essere valutati "volta per volta" mentre ha invitato ad una informazione più efficace chiedendo il coinvolgimento dei mezzi di comunicazione per arrivare nelle case degli italiani. Per parte sua, il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, ha ribadito, come riportato dalle agenzie di stampa, che il Dipartimento aveva "avvisato" sulla situazione di maltempo. Ma l'ad di Fs, Mauro Moretti, ha replicato che le Ferrovie si erano basate "su quanto detto dalla Protezione civile che aveva previsto una debole nevicata" mentre si è poi trattato di una "nevicata eccezionale".

E I RIMBORSI?
Autostrade per l'Italia ha detto ieri, per voce del suo amministratore delegato, Giovanni Castellucci, che estenderà la procedura di conciliazione attivata con le associazioni dei consumatori ("Non stiamo parlando di temi che possano avere una valenza finanziaria"). Le Ferrovie si stanno invece orientando al rimborso integrale del biglietto per chi ha subito ritardi di oltre 4-5 ore. Entrambe però specificano: Non si tratta di un "indennizzo", ma di un "atto di sensibilità".

Autore:

Tag: Attualità , autostrade


Top