dalla Home

Home » Argomenti » Carburanti alternativi

pubblicato il 18 dicembre 2010

Auto a metano: ecco cosa offre il mercato

Una carrellata su tutte le vetture a gas naturale

Auto a metano: ecco cosa offre il mercato

Il mercato italiano delle automobili a gas metano è quasi raddoppiato negli ultimi 5 anni, con oltre 600.000 veicoli circolanti nel 2009, ma l'abolizione degli incentivi statali prefigura per il 2010 un calo delle vendite del 50%. Nonostante questa tendenza alla contrazione e lo stato di una rete distributiva italiana che ha da poco raggiunto quota 812 stazioni di servizio, il Gruppo Fiat ha rilanciato sul metano, con una ricca offerta di modelli e lo sbarco USA delle Chrysler a metano promesse da Sergio Marchionne. Di fronte ad un panorama variegato che sembra proporre elettriche e ibride come uniche paladine nella riduzione delle emissioni di CO2 e vede nel metano una valida e concreta alternativa e benzina e diesel, abbiamo quindi deciso di fornire una rapida guida a quanto offre il mercato delle auto a gas naturale.

INCENTIVI LOCALI
Scegliendo fra i modelli proposti dalle case automobilistiche con l'impianto bi-fuel già montato e omologato è infatti possibile mettersi in garage vetture moderne e raffinate, di certo lontane da quell'immagine di trabiccoli asmatici e lenti che alcuni ancora associano alle "auto con le bombole". Oltre tutto esistono anche una serie di incentivi locali al metano proposti da comuni, province e regioni (da 150 a 3.000 euro), con i quali è possibile rendere ancora più economico l'acquisto di auto che hanno costi chilometrici più che dimezzati rispetto ai corrispettivi modelli a benzina. Basti dire che il prezzo medio del metano per autotrazione è oggi a 0,86 euro/kg, contro gli 1,45 euro/l della benzina e gli 1,33 euro del gasolio. La nostra breve guida segue, all'interno dei vari segmenti, l'ordine crescente, e prende il via dalle city car a metano.

LE CITTADINE
La più economica delle cittadine è la DR1 1.3 EcoPower, venduta a un prezzo di 11.830 euro, a pari merito con la Tata Indica 1.4 Bi Fuel che costa 11.838 euro. Quest'ultima è anche disponibile nella rinnovata Indica Vista 1.4 Bi Fuel, al prezzo di 12.360 euro, mentre l'italo-cinese DR2 1.3 EcoPower viene venduta a 12.830 euro. Sugli stessi allettanti livelli di prezzo si piazza poi la prima delle tante Fiat, vale a dire la Punto Classic 1.2 Natural Power che costa 12.150 euro. Il mercato delle cittadine a gas naturale è completato poi dalla Panda 1.4 Natural Power (la più economica delle Euro 5), che va dai 13.750 euro della Active ai 17.400 euro della Cross, passando per i 14.900 euro della Dynamic Mamy. Da non dimenticare è anche la Tata Indigo Wagon 1.4 Bi Fuel, unica fra le piccole a doppia alimentazione a poter vantare la carrozzeria familiare. Nessuna notizia ufficiale, invece, della Fiat 500 a metano, attesa entro il 2012

UTILITARIE
Salendo di categoria e di prezzo si incontrano le utilitarie a metano, quelle cioé che a buone doti stradali fanno coincidere dotazioni piuttosto complete e costi d'esercizio contenuti. Alla base di questo segmento si pone la Fiat Grande Punto 1.4 Actual Natural Power 3 porte, che con un listino di 15.400 euro precede di poco la Punto Evo 1.4 Active Natural Power (15.700 euro). Per la Punto Evo il tetto massimo è invece rappresentato dall'allestimento Emotion che viene venduto a 19.500 euro. Per chi cerca la versatilità di un piccolo furgone da famiglia con portiere posteriori scorrevoli è poi disponibile la Fiat Qubo 1.4 Active Natural Power che costa 16.700 euro, o la più ricca versione Dynamic che viene via a 18.200 euro

COMPATTE E FUORISTRADA
Il segmento delle compatte con alimentazione a gas metano è in pratica circoscritto agli ultimi esemplari della uscenteFord Focus, mossa dal 2.0 da 124 CV e con un prezzo che parte dai 19.500 euro della versione Ikon e arriva ai 21.750 euro della Titanium. Ben più articolata è l'offerta relativa ai monovolume, categoria di auto che per impostazione e destinazione di utilizzo sembrano ancora più vocate all'utilizzo del conveniente gas naturale. In questo elenco si può anche ricomprendere la DR5 1.6 EcoPower (18.830 euro), l'unica ad avere l'aspetto di una vera fuoristrada pur non vantando le quattro ruote motrici.

LE MONOVOLUME
La più economica delle monovolume è invece la Fiat Doblò 1.4 T-Jet Active Natural Power che può contare sul motore turbo a metano da 120 CV e un prezzo base di 20.500 euro che sale a 23.500 euro per la Emotion. Sugli stessi livelli economici e di potenza si piazza anche la Ford Focus C-Max della serie precedente, ancora venduta a partire da 22.250 euro, e la Volkswagen Caddy 2.0 Ecofuel Trendline con base a 23.713 euro. La Fiat Multipla 1.6 Natural Power Dynamic ha 92 CV e costa 24.000 euro tondi, mentre la non più giovanissima Opel Zafira 1.6 ecoM Turbo Edition da 150 CV è offerta a 27.000 euro. Questa cifra è vicina ai 27.850 euro della Volkswagen Touran 1.4 TSI EcoFuel Comfortline, vettura molto interessante quanto la Doblò per via del piccolo 1.4 turbo che esprime comunque 150 CV. Anche la Stella ha la propria rappresentante fra le multispazio a metano, con la Mercedes B180 NGT BlueEFFICIENCY, un duemila da 116 CV che viene venduto a 28.390 o 31.540 euro e può avere il cambio automatico a variazione continua.

BERLINE E FAMILIARI
Assai più ristretta è la nicchia delle berline medie e delle station wagon già omologate dalla casa costruttrice con l'impianto bi-fuel benzina/metano, al momento occupata dalla sola Volkswagen Passat e Passat Variant. La Passat 1.4 TSI EcoFuel Comfortline costa 30.150 euro ed è l'unica auto a metano (assieme alla Touran) a poter montare il cambio automatico a doppia frizione DSG, con un costo aggiuntivo di 2.400 euro. In attesa dell'arrivo in Italia a inizio 2011 della Mercedes E 200 NGT da 163 CV (45.000 euro circa), il top del mercato italiano a metano è rappresentato dalla Volkswagen Passat Variant 1.4 TSI EcoFuel Comfortline DSG, con i suoi 150 CV e i 33.650 euro di listino.

Autore:

Tag: Mercato , metano , carburanti alternativi


Top