dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 17 dicembre 2010

Da stasera torna "Brindo con Prudenza"

Per le Feste di Natale si promuove ancora il guidatore designato

Da stasera torna "Brindo con Prudenza"

Prende il via stasera a Varese, Brescia, Rimini e Trento la quinta edizionedi "Brindo con Prudenza", l'iniziativa riproposta dalla Fondazione ANIA e dalla Polizia Stradale per diffondere anche tra i giovani in Italia la figura del guidatore designato, cioè di colui che in discoteca e locali notturni sceglie di non bere per riaccompagnare gli amici a casa in piena sicurezza. Da quest'anno inoltre verranno coinvolte dall'iniziativa le oltre 60 scuole medie superiori presenti nei comuni di Varese, Brescia, Rimini, Riccione e Trento che riceveranno il kit "Brindo con Prudenza", con schede didattiche e materiale informativo per sensibilizzare i giovani dai 14 ai 19 anni contro la guida in stato di ebbrezza.

"BOB", IL GUIDATORE DESIGNATO
Si parte stasera e si prosegue domani, la notte di Capodanno e il 5 gennaio, quando nei locali che aderiscono all'iniziativa i ragazzi troveranno ad attenderli all'ingresso un corner "Brindo con Prudenza", dove hostess e steward distribuiranno materiale informativo personalizzato con il claim "Stasera ci divertiamo da morire?", un invito a pensare al rischio che si corre mettendosi alla guida dopo aver bevuto. Il personale di "Brindo con Prudenza" li inviterà successivamente a nominare il proprio "Bob", che alla fine della serata potrà verificare insieme agli altri il proprio stato di ebbrezza tramite un etilometro monouso e decidere con maggiore consapevolezza se mettersi o meno al volante. Inoltre i Bob che avranno rispettato l'impegno di non bere riceveranno in omaggio gadget "Brindo con Prudenza", che saranno regalati anche agli amici che accompagneranno a casa.

PIU' CONTROLLI SULLE STRADE
Allo stesso tempo, sulle direttrici dei locali di divertimento selezionati, verranno rafforzati i controlli della Polizia stradale. Questo perché "Brindo con Prudenza" nasce dalla consapevolezza che gli incidenti stradali sono la prima causa di morte tra i giovani: solo nel 2009 si sono registrate 950 vittime tra i 18 e i 29 anni e il 42,9% di questi decessi - 408 giovani - è avvenuto tra le 22 e le 6 del mattino. Le notti del venerdì e del sabato sono statisticamente quelle in cui si verifica il più alto numero di incidenti stradali (nel 2009, secondo dati ACI-Istat, ne sono avvenuti 12.051 - il 43,2% degli incidenti notturni totali - che hanno provocato la morte di 415 persone e il ferimento di altre 20.627). Completa il quadro il dato sulle contravvenzioni elevate dalla Polizia Stradale nel 2009, che mostra come su 30.871 conducenti sanzionati per guida in stato d'ebbrezza, 24.791 sono stati fermati tra le 22 e le 6 del mattino (Fonte: Elaborazione ACI-Istat su dati Ministero dell'Interno, Servizio di Polizia Stradale). "E' giusto divertirsi, ma è insensato sacrificare al divertimento e all'abuso di alcol il bene più prezioso, la propria vita", ha ricordato Sandro Salvati, Presidente della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale.

Autore:

Tag: Attualità , codice della strada , guida sicura


Top