dalla Home

Motorsport

pubblicato il 10 dicembre 2010

La Formula 1 torna ai motori turbo dal 2013

Nuovi 4 cilindri 1.6 litri turbocompressi manderanno in pensione i V8

La Formula 1 torna ai motori turbo dal 2013

In Formula 1 a partire dalla stagione 2013 torneranno a girare le turbine, bandite nel 1989 e rispolverate dagli ingegneri automobilistici negli ultimi anni come soluzione migliore per ottenere potenze accettabili da motori di piccola cilindrata. Il Consiglio Mondiale del Motorsport della FIA riunitosi a Monte Carlo ha ufficializzato che a partire dal 2013 nella massima formula saranno ammessi solo propulsori 4 cilindri 1.600 cc turbocompressi a iniezione diretta, con pressione di iniezione limitata a 500 bar e regime di rotazione massimo limitato a 12.000 giri.

Secondo Jean Todt, mandando in pensione gli attuali V8 aspirati da 2.4 litri adottati nel 2006 si potrà ottenere un risparmio del 35% sul consumo di carburante, mentre le prestazioni si manterranno almeno pari a quelle attuali grazie all'adozione del KERS. Ogni pilota nel 2013 avrà a disposizione cinque motori, mentre nelle stagioni successive il limite scenderà a quattro. La FIA ha inoltre deciso per l'introduzione di alcune novità nei regolamenti tecnici e sportivi già dal 2011 alla luce di alcuni episodi controversi che si sono verificati nella stagione appena conclusa.

Verrà abolito il divieto di impartire ordini di squadra (articolo 39.1), verranno reintrodotte le gomme con mescola intermedia, la durata minima del gruppo cambio verrà estesa a cinque Gran Premi. Inoltre verranno fissate nuove norme sulle ali posteriori mobili, sui test di flessione dei materiali della carrozzeria e verranno introdotti dei pannelli antintrusione per proteggere le gambe dei piloti. Inoltre verrà fatta chiarezza su quando una vettura può superare la safety car e sui poteri del direttore di gara.

Autore:

Tag: Motorsport , formula 1 , nuovi motori


Top