dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 7 dicembre 2010

Al Motor Show c'è anche un simulatore di incidenti

L'idea è dell'INAIL per promuovere la guida sicura

Al Motor Show c'è anche un simulatore di incidenti

Al Motor Show di Bologna (4-12 dicembre) non ci sono solo conferenze e dibattiti sulla sicurezza stradale, ma anche una prova pratica. L'idea è del Casellario Centrale Infortuni dell'INAIL che, attraverso il volto di Andrea de Adamich, ex pilota di Formula 1 e fondatore del Centro Internazionale Guida Sicura, invita tutti i visitatori a mettersi alla prova tramite un simulatore di guida virtuale che da l'idea di cosa significa rimanere coinvolti in un incidente stradale.

IL SIMULATORE
Come in un videogioco con volante, tachimetro e pedali, chi si siede al volante del simulatore visualizza vari percorsi automobilistici, urbani ed extraurbani, e diversi contesti stradali, come incroci, rotatorie, semafori e rettilinei. Gli scenari sono pertinenti alle situazioni di incidente più frequenti, come il tamponamento, l'uscita di strada, l'investimento del pedone, la collisione con altro veicolo... e durante la guida "il pilota" viene messo alla prova con situazioni impreviste: può ad esempio squillare il telefono cellulare. Sta all'automobilista reagire: può decidere se rispondere o meno. La scelta fa cambiare il corso della simulazione e l'incidente è così dietro l'angolo. E' possibile, inoltre, scegliere tra diverse condizioni atmosferiche (sole, pioggia o nebbia), di luce (giorno o notte) e tipologie di stato di guida: normale, in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, un modo per capire come cambia la percezione della strada e del pericolo. Alla fine, in caso di incidente il simulatore di guida elabora una grafica sull'anatomia del danno che ne consegue come il colpo di frusta o lesione degli arti inferiori, fornendo informazioni sulla ricorrenza di quel tipo di infortunio nell'area di residenza dell'utente.

IL CASELLARIO CENTRALE INFORTUNI INAIL
La prova pratica sarà anche l'occasione per lo stesso Casellario di raccogliere informazioni utili sullo stile di guida dei molti automobilisti che si metteranno alla prova. Il Casellario Centrale Infortuni è infatti nato come archivio dei dati relativi a infortuni lavorativi con postumi permanenti alla persona e successivamente è stato trasformato in una Banca Dati che raccoglie tutti i casi di infortuni indennizzati. Assolve al compito istituzionale di servizio antifrode per gli utenti autorizzati, elabora le informazioni e le rende disponibili per studi e ricerche a Enti e Istituzioni interessati alla materia e costituisce, quindi, una fonte oggettiva di rilevazione del fenomeno degli infortuni derivanti da sinistri stradali, una delle principali cause di morte e di invalidità, soprattutto fra i giovani.

Il simulatore di guida sicura INAIL

Nel programma del Motor Show di Bologna 2010 (dal 4 al 12 dicembre) c'è anche la sicurezza stradale. Il Casellario Centrale Infortuni dell'INAIL sfida i visitatori a mettersi alla prova tramite un innovativo sistema di simulazione virtuale.

Autore:

Tag: Curiosità , motor show , sicurezza stradale


Top