dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 3 dicembre 2010

Lamborghini: sì alla Estoque, no al SUV

Per Winkelmann il terzo modello del Toro è a 4 porte

Lamborghini: sì alla Estoque, no al SUV
Galleria fotografica - Lamborghini Estoque ConceptGalleria fotografica - Lamborghini Estoque Concept
  • Lamborghini Estoque Concept - anteprima 1
  • Lamborghini Estoque Concept - anteprima 2
  • Lamborghini Estoque Concept - anteprima 3
  • Lamborghini Estoque Concept - anteprima 4
  • Lamborghini Estoque Concept - anteprima 5
  • Lamborghini Estoque Concept - anteprima 6

La Lamborghini Estoque si farà. Dopo la presentazione avvenuta nell'ormai lontano Salone di Parigi del 2008 e una serie di dichiarazioni ufficiali che ne hanno ventilato l'avvio produttivo, la 4 porte di Sant'Agata Bolognese sembra essere diventata una realtà, parola di Stephan Winkelmann. Il presidente e CEO di Lamborghini, da pochi giorni insignito con l'onorificenza di Grande Ufficiale dell'Ordine Al Merito della Repubblica Italiana, ha infatti confermato agli inglesi di Autocar che la Estoque (o la sua derivata di serie) può rappresentare la giusta via alla terza gamma Lamborghini.

PER ALLARGARE IL PUBBLICO
Winkelmann ha detto che "la concept Estoque ha ottenuto un successo di pubblico superiore al previsto" e che rispetto all'ipotesi di un SUV Lamborghini "offre molte più opportunità di mercato ed è importante per guadagnare una nuova fascia di pubblico". Per l'AD Lamborghini non ci sarebbe quindi spazio per un fuoristrada di lusso o un SUV del Toro che riporti in auge la LM002 degli anni passati.

SFIDA A INGLESI E TEDESCHI
Per Lamborghini entrare nel segmento delle berline veloci, potenti e lussuose significherebbe aprire nuovi orizzonti commerciali e d'immagine in un mercato che è stato in pratica inventato da Maserati Quattroporte (oltre che da Facel Vega Excellence e Lagonda Rapide) e che negli mesi ha visto l'arrivo prepotente di Porsche Panamera, Aston Martin Rapide e della Lotus Eterne concept. Particolarmente interessati a questa tipologia di vetture sono al momento paesi come Cina e Russia, abbastanza ricchi da orientare le principali case automobilistiche nelle scelte dei modelli da produrre.

Autore:

Tag: Anticipazioni , Lamborghini , auto italiane


Top