dalla Home

Retrospettive

pubblicato il 5 dicembre 2010

Storie di nomi, sigle e allestimenti

Cosa c'è dietro Quadrifoglio, d, JTDM O MOMENTUM?

Storie di nomi, sigle e allestimenti
Galleria fotografica - Lancia LXGalleria fotografica - Lancia LX
  • Lancia Delta LX - 1991   - anteprima 1
  • Lancia Delta LX cruscotto -1991 - anteprima 2
  • Lancia Flavia Berlina 2000 LX -1969 - anteprima 3
  • Lancia Flavia Berlina 2000 LX - interni   - anteprima 4

Il naming è un universo vario e sempre affascinante. Dopo esserci dedicati allo studio dei nomi dei modelli, è tempo di dare un po' di spazio agli allestimenti ed alle sigle ad essi associate. L'argomento è particolarmente vario perché spesso il nome o la sigla di un allestimento hanno un background assolutamente insospettabile. Non si può, ad esempio, sorvolare sulla sigla Esseesse di Abarth, nata come variazione politicamente corretta dello storico acronimo di Super Sport abbreviato, originariamente in uno scomodo SS. Ma questo è solo un assaggio.

TRA QUADRIFOGLI E NUMERI ROMANI
Che dire del quasi 80enne Quadrifoglio simbolo delle Alfa Romeo sportive ed originariamente utilizzato da Ugo Sivocci per scacciare dalla sua RL Targa Florio, quell'aura di mediocrità che pareva l'attanagliasse (era il classico eterno secondo). E fortuna volle che, proprio in quella storica Targa Florio del '23, Sivocci guadagnasse per primo il traguardo regalando al Quadrifoglio un'aura di mistica autorevolezza. E l'Alfa lo fece suo, prima nelle competizioni e poi, a partire dagli anni Sessanta, inflazionandolo progressivamente, prima per le versioni sportive di auto di serie, fino ad eleggerlo a discriminante dei vari allestimenti, dai primi Quadrifoglio Oro e Quadrifoglio Verde fino a giungere alle moderne versioni Quadrifoglio per identificare meccaniche a trazione integrale permanente, poi abbreviate in un meno personale Q4. In tutto questo germogliare di quadrifogli, per l'apoteosi si ebbe alla fine degli anni Ottanta, quando sul mercato USA, l'Alfa proponeva una Milano (versione dedicata della 75), con quadrifoglio Argento Oro, Platino e Verde a seconda della caratterizzazione. Un'altra denominazione che, in questo caso è legata inscindibilmente con il marchio, è sicuramente Avant di Audi, oggi sinonimo di station wagon (per i Quattro Anelli, ma concepita per identificare la versione 5 porte della 100 nel 1977). Ma ancora più di Avant, il vero allestimento chiave della Casa di Ingolstadt è Quattro fonema italiano internazionalmente adottato per identificare i modelli a trazione integrale. Un po' come il Touring della BMW, nato per dare un nome alla versione tre porte della 1602, concetto elaborato originariamente in seno alla defunta Glas. Di tutt'altra pasta, invece, il classico LX che Lancia usava fino a pochi anni fa. Per tutti era una sorta di abbreviazione elegante di Lusso o Luxury che dir si voglia, ma in realtà LX altro non che un banale Sessanta in numeri romani. Fu infatti utilizzato per la prima volta nel 1967, a sessant'anni dalla prima Lancia, per indicare un allestimento particolarmente ricco e curato delle vetture di serie.

D, JTDM O MOMENTUM?
Insospettabile, come insospettabile è la variazione di denominazione degli allestimenti 16v di Renault e Volkswagen, negli anni Novanta. Mentre in tutto il mondo le valvole di un propulsore sono generalmente indicate con v in Francia diventano soupapes, ovvero s. Ecco, quindi, che per il mercato francese esordirono le Renault Clio e 19 "16s", la Golf "GTI 16S". Ma non furono gli unici, altri modelli subirono analoga sorte, in virtù dell'adattamento a consuetudini locali. Basti pensare all'Alfa 33 "1.4" disponibile sul mercato svizzero (era in realtà una semplice 1.3) o alla Mercedes 190 E, dove la "E" non era priva di significato - ma non stava neanche per "Economy" o robe simili, stava per un semplice "Einspritzung", ovvero iniezione di carburante. E lo stesso dicasi per le vecchie Opel GT/E. Spesso, poi, capita che "tendenze locali" orientino oltremodo le case nel definire le versioni delle proprie auto. Emblematico il caso della Seat Marbella. La versione spagnola della vecchia Fiat Panda, nata dopo il divorzio italo-spagnolo fu nominata come una particolare versione speciale della precedente Seat Panda, per definirne meglio il carattere. La Marbella diede "il Là" all'intera famiglia di automobili Seat, che vennero tutte identificate con i nomi di località geografiche. Motivazioni di ordine sociologico, infatti, intervengono in modo più o meno pesante per identificare un modello o una sua versione: chiamare, sul mercato americano, la Fiat 131 Mirafiori, Brava indicava il carattere latino del modello, associato ad una incontrovertibile razionalità ed affidabilità. E l'allestimento noto come Supemirafiori (oggettivamente improponibile e che denotava il poco interesse che la Fiat riponeva nel naming, almeno in Patria), divenne in USA SuperBrava. Con le stesse dinamiche, la 126 polacca divenne "Maluch" in casa e "Bambino" in Germania. Nell'ultimo decennio le cose sono notevolmente cambiate. Le sigle - o parole "ingenue" sulla falsariga di "comfort", "special" o "star", sono state soppiantate da termini e neologismi dai raffinati rimandi reconditi. A parte qualche sigla ormai storica, come il GTO o lo GTS di Ferrari e Maserati, o ancora, il laconico ma insuperabile "d" delle BMW a gasolio (quando tutti si sono inventati sigle e termini stranissimi dal "TdCI" al "JTDm"), la maggior parte delle case si è convertita a nomi evocativi come "Emotion", "Elegance", "Momentum".
Oggi si è sempre più slegati dai tecnicismi, tendendo ad orientare l'automobilismo su lidi più emozionali, quasi onirici, e lontani da macchie di grasso e odore di olio bruciato. Insomma, non solo i nomi, ma anche gli allestimenti sono spesso lo specchio di un universo assolutamente variegato in cui il marketing, per essere efficacie, non può e non deve prescindere da sfumature sociologiche che, apparentemente lontane dall'auto, ne influenzano senza mezzi termini lo sviluppo.

Galleria fotografica - BMW TouringGalleria fotografica - BMW Touring
  • BMW Touring - anteprima 1
  • BMW Touring - anteprima 2
  • BMW Touring - anteprima 3
  • BMW Touring - anteprima 4
  • BMW Touring - anteprima 5
  • BMW Touring - anteprima 6
Galleria fotografica - Alfa Romeo QuadrifoglioGalleria fotografica - Alfa Romeo Quadrifoglio
  • Alfa Romeo Quadrifoglio - anteprima 1
  • Alfa Romeo Quadrifoglio - anteprima 2
  • Alfa Romeo Quadrifoglio - anteprima 3
  • Alfa Romeo Quadrifoglio - anteprima 4
  • Alfa Romeo Quadrifoglio - anteprima 5
  • Alfa Romeo Quadrifoglio - anteprima 6
Galleria fotografica - Audi AvantGalleria fotografica - Audi Avant
  • Audi Avant - anteprima 1
  • Audi Avant - anteprima 2
  • Audi Avant - anteprima 3
  • Audi Avant - anteprima 4
  • Audi Avant - anteprima 5
  • Audi Avant - anteprima 6
Galleria fotografica - Ferrari GTO e GTSGalleria fotografica - Ferrari GTO e GTS
  • Ferrari GTO e GTS - anteprima 1
  • Ferrari GTO e GTS - anteprima 2
  • Ferrari GTO e GTS - anteprima 3
  • Ferrari GTO e GTS - anteprima 4
  • Ferrari GTO e GTS - anteprima 5
  • Ferrari GTO e GTS - anteprima 6
Galleria fotografica - Renault 16V e 16SGalleria fotografica - Renault 16V e 16S
  • Renault 16V e 16S - anteprima 1
  • Renault 16V e 16S - anteprima 2
  • Renault 16V e 16S - anteprima 3
  • Renault 16V e 16S - anteprima 4
  • Renault 16V e 16S - anteprima 5
  • Renault 16V e 16S - anteprima 6
Galleria fotografica - Abarth esseesseGalleria fotografica - Abarth esseesse
  • Abarth esseesse - anteprima 1
  • Abarth esseesse - anteprima 2
  • Abarth esseesse - anteprima 3
  • Abarth esseesse - anteprima 4
  • Abarth esseesse - anteprima 5
  • Abarth esseesse - anteprima 6
Galleria fotografica - Fiat 131 Mirafiori, 131 Supermirafiori e BravaGalleria fotografica - Fiat 131 Mirafiori, 131 Supermirafiori e Brava
  • Fiat 131 Mirafiori - anteprima 1
  • Fiat 131 Mirafiori Special (1974-1978) - anteprima 2
  • 131 Mirafiori Special (1974-1978) - anteprima 3
  • 131 Mirafiori Panorama Special (1974-1978) - anteprima 4
  • 131 Mirafiori (1978-1981)	   - anteprima 5
  • 131 Supermirafiori (1978-1981)	   - anteprima 6
Galleria fotografica - Seat Marbella, Malaga, Toledo e IbizaGalleria fotografica - Seat Marbella, Malaga, Toledo e Ibiza
  • Seat Marbella, Malaga, Toledo e Ibiza - anteprima 1
  • Seat Marbella, Malaga, Toledo e Ibiza - anteprima 2
  • Seat Marbella, Malaga, Toledo e Ibiza - anteprima 3
  • Seat Marbella, Malaga, Toledo e Ibiza - anteprima 4
  • Seat Marbella, Malaga, Toledo e Ibiza - anteprima 5
  • Seat Marbella, Malaga, Toledo e Ibiza - anteprima 6

Autore: Salvatore Loiacono

Tag: Retrospettive , auto storiche , auto italiane , serie speciali


Top