dalla Home

Home » Argomenti » Prezzi benzina

pubblicato il 23 novembre 2010

Carburanti: il prezzo continua a scendere

Dopo Eni ed Esso, oggi altre compagnie hanno ritoccato i listini verso il basso

Carburanti: il prezzo continua a scendere

Piccoli tagli, ma che fanno notizia perché riguardano il prezzo dei carburanti, molto spesso criticato per le improvvise impennate e costantemente monitorato dalle associazioni a tutela dei consumatori. Dopo che sabato Eni ed Esso hanno tagliato di un centesimo il prezzo raccomandato del diesel, altre compagnie hanno abbassato oggi i prezzi raccomandati. IP ha tolto 2 centesimi di euro sulla benzina e 1,5 centesimi sul diesel, Q8 e Tamoil hanno ridotto di un centesimo entrambi i carburanti e TotalErg ha abbasato di 1,5 centesimi la benzina e di un centesimo il diesel.

Aggiustamenti verso il basso che poco o nulla convincono gli automobilisti (pressati dai continui rincari) e che, come emerge dal consueto monitoraggio di Quotidiano Energia effettuato in un campione di stazioni di servizio rappresentativo della situazione nazionale, fanno apparire la media nazionale dei prezzi praticati molto diversificata a seconda dei marchi. Per la benzina (in modalità servito) si va infatti dall'1,397 euro/litro riscontrato negli impianti Eni all'1,419 di quelle Tamoil (no-logo a 1,336). Il prezzo medio praticato del diesel va, come riportato dalle agenzie di stampa, dall'1,278 euro/litro rilevato nelle stazioni di servizio Eni all'1,297 euro/litro di quelle Tamoil (no-logo a 1,204). Il prezzo medio praticato del GPL, invece, si posiziona tra 0,681 euro/litro dei punti vendita Eni e 0,694 euro/litro di quelli Q8 (0,656 le no-logo). Da notare che in generale la discesa dei prezzi praticati è più concentrata nelle Regioni del Nord (Est e Ovest), soprattutto grazie alle molte stazioni no logo.

Autore:

Tag: Mercato , carburanti alternativi , carburanti


Top