dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 19 novembre 2010

Infiniti M35h, l'ibrida che avverte i pedoni

Nel 2011 sarà la prima ad essere dotata di avviso acustico di serie

Infiniti M35h, l'ibrida che avverte i pedoni
Galleria fotografica - Infiniti M35hGalleria fotografica - Infiniti M35h
  • Infiniti M35h - anteprima 1
  • Infiniti M35h - anteprima 2
  • Infiniti M35h - anteprima 3
  • Infiniti M35h - anteprima 4
  • Infiniti M35h - anteprima 5
  • Infiniti M35h - anteprima 6

L'ibrida Infiniti M35h, che è stata presentata nella sua versione definitiva al Salone di Los Angeles (19-28 novembre) e sarà commercializzata nella primavera del 2011, sarà probabilmente la prima vettura ibrida al mondo ad essere dotata di un sistema di avviso acustico per i pedoni di serie, scongiurando i pericoli per i pedoni che rischiano di non accorgersi dell'approssimarsi di una vettura. Si tratta di un potenziale problema comune anche alle vetture elettriche allo studio di molti costruttori e di cui OmniAuto.it si è occupato qualche tempo fa chiedendo il parere dell'Associazione Disabili Visivi e dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Il sistema della Casa giapponese sarà però molto sofisticato ed è stato studiato in modo da produrre il minore inquinamento acustico possibile, in modo da non compromettere uno dei vantaggi della propulsione elettrica.

APPROACHING VEHICLE SOUND FOR PEDESTRIANS
Il nuovo sistema denominato "Approaching Vehicle Sound for Pedestrians" (VSP, in sigla) è controllato da un computer che collega un sintetizzatore di suoni interno al veicolo a un altoparlante integrato nel paraurti frontale. Il VSP funziona automaticamente dall'avvio a 30 km/h, rientrando in funzione quando il veicolo rallenta a 25 km/h. Il VSP è attivo quindi a velocità cittadine, mentre viene escluso a velocità superiori nonostante la M35h possa raggiungere in modalità "full electric" ben 80 km/h. Oltre i 30 km/h, infatti, Infiniti ha appurato che il rumore del motore è sufficientemente udibile da non richiedere l'intervento dell'Approaching Vehicle Sound for Pedesdrians.

QUESTIONE DI ONDE
Dopo uno programma di ricerca per individuare il suono più efficace e al tempo stesso meno intrusivo, anziché un solo tono è stata scelta una gamma di suoni bassi e alti a diversi livelli di volume. Il team che ha sviluppato il sistema ha collaborato con psicologi cognitivi e della percezione acustica allo studio di vari aspetti, dai modelli di comportamento dei pedoni all'inquinamento acustico. Il risultato è un'onda sinusoidale che va da 2,5 kHz fino a un basso da 600 Hz. Si tratta di un intervallo che può essere udito agevolmente da persone di ogni età ed evita picchi (attorno ai 1.000 Hz) che introdurrebbero senza necessità un rumore eccessivo nell'ambiente. Il suono passa da frequenze alte a frequenze basse in base alla velocità del veicolo e a seconda che questo stia accelerando o decelerando. Il volume è più alto all'avvio per segnalare chiaramente che il veicolo sta per muoversi, mentre durante la retromarcia viene emesso un suono intermittente (come sulla Toyota Prius e qualche altro modello). Entrambi i suoni sono calcolati in modo da non allarmare i pedoni e soprattutto i non vedenti mentre la M35h si avvicina.

Autore:

Tag: Tecnica , Infiniti , sicurezza stradale , auto ibride


Top