dalla Home

Tuning

pubblicato il 19 novembre 2010

Jaguar XJ Arden 22

La versione V8 sovralimentata cede alle avances del tuner tedesco

Jaguar XJ Arden 22
Galleria fotografica - Jaguar XJ Arden 22Galleria fotografica - Jaguar XJ Arden 22
  • Jaguar XJ Arden 22 - anteprima 1
  • Jaguar XJ Arden 22 - anteprima 2
  • Jaguar XJ Arden 22 - anteprima 3
  • Jaguar XJ Arden 22 - anteprima 4
  • Jaguar XJ Arden 22 - anteprima 5
  • Jaguar XJ Arden 22 - anteprima 6

Il preparatore Arden propone una personalizzazione per l'ammiraglia della Casa del Giaguaro. La XJ Arden 22 si basa sull'elegante silhouette della rispettiva Jaguar di origine, cercando di enfatizzare un design già di per sè innovativo per il segmento F, cui la vettura appartiene. Se understatement è stata la parola d'ordine che i progettisti di Coventry avevano in mente quando hanno creato la porta bandiera del marchio "Jag", ora il tuner tedesco offre al pubblico la propria interpretazione di questa elegante berlina di rappresentanza.

All'esterno si nota subito la nuova griglia del radiatore con maglia a nido d'ape costruita in acciaio inossidabile. Il frontale è dominato da due file di luci a LED che, contrariamente a quanto succede negli ultimi tempi, non hanno la funzione di luci diurne, ma svolgono il ruolo di fari fendinebbia, giustamente posizionati a poca distanza da terra. Chissà, forse Arden ha voluto così rendere omaggio ai luoghi di provenienza del sinuoso felino, sempre avvolti da una coltre di nebbia! Sotto il cofano, sormontato dalla statuetta raffigurante un giaguaro rampante, alloggia il poderoso 5.0 litri V8 Jaguar con compressore volumetrico, qui spremuto per erogare la potenza di 605 CV e accelerare l'auto fino a 100 km/h in 4,9 secondi, con partenza da fermo.

La cavalleria installata è ben curata dal sound del nuovo impianto di scarico a quattro terminali e tenuta a bada da un impianto frenante maggiorato. Per alloggiare i nuovi freni, inoltre, sono stati adottati cerchi da 21 pollici di diametro. Gli interni sono stati interessati da modifiche di dettaglio, riguardanti l'utilizzo di inserti in Alcantara per i rivestimenti e in carbonio, alluminio e cromo per le rifiniture di plancia e pannelli. Il pacchetto di elaborazione è anche disponibile per la XJ 3.0 V6 Diesel, il cui propulsore non riceve, però, alcun intervento per innalzarne le prestazioni.

Autore:

Tag: Tuning , Jaguar , tuning


Top