dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 18 novembre 2010

Honda Fit EV Concept

Il concept anticipa la versione a batteria della piccola Honda in arrivo nel 2012

Honda Fit EV Concept
Galleria fotografica - Honda Fit EV ConceptGalleria fotografica - Honda Fit EV Concept
  • Honda Fit EV Concept - anteprima 1
  • Honda Fit EV Concept - anteprima 2
  • Honda Fit EV Concept - anteprima 3
  • Honda Fit EV Concept - anteprima 4
  • Honda Fit EV Concept - anteprima 5
  • Honda Fit EV Concept - anteprima 6

È la Honda Fit - nota in Europa come Jazz - la prima auto elettrica che la casa giapponese introdurrà sul mercato nel 2012 e che oggi presenta al Salone di Los Angeles (19-28 novembre) in forma di concept come anticipato da OmniAuto.it. La Honda Fit-Jazz sarà dunque probabilmente il primo modello al mondo ad essere offerto con tre forme di propulsione: a benzina, ibrido ed elettrico, almeno in Giappone e negli USA mentre non è chiaro se l'Europa vedrà la terza variante, quella ad emissioni zero.

LA BATTERIA
La Fit EV avrà una batteria agli ioni di litio sviluppata da Honda attraverso la propria consociata Blue Energy, una joint-venture con GS Yuasa, la stessa che fornisce con un'altra joint-venture la Mitsubishi per la i-MiEV e dunque anche Peugeot iOn e Citroen C-Zero. Non sono state rivelate le specifiche del caso, si sa solo che la ricarica potrà avvenire, attraverso il bocchettone nei pressi del passaruota anteriore lato guida, in meno di 6 ore da una presa a 240 Volt e 12 ore da quelle a 120 Volt, che assicureranno un'autonomia di 100 miglia (oltre 160 km) secondo le norme californiane LA4 e di 70 miglia (oltre 110 km) secondo quelle EPA federali. Con ogni probabilità sarà sistemata sotto i sedili anteriori della vettura dove - lo ricordiamo - la Jazz normale ha il serbatoio per il carburante.

LE PRESTAZIONI
Poco si sà anche delle prestazioni tranne che raggiungerà le 90 miglia orarie (quasi 150 km/h), che l'accelerazione fornita sarà paragonabile a quella di una berlina con motore 2 litri di cilindrata e che ci saranno tre modalità di guida: Normal, Sport ed Econ con la quale l'autonomia sarà superiore del 17% alla prima modalità. Per il motore elettrico inoltre sarà sfruttata la tecnologia del motore coassiale già applicata sulla FCX Clarity, ovvero con lo statore intorno all'asse motrice con gli ingranaggi di riduzione e il differenziale sistemati di lato in un corpo unico. Una soluzione estremamente compatta. Simile a quello sviluppato da altre case è il sistema telematico di controllo integrato con il navigatore satellitare, lo smartphone e anche la chiave dotata di display e pulsanti che consentono di interagire con la vettura controllandone lo stato di carica e avviando a distanza la climatizzazione.

LE MODIFICHE ESTETICHE E FUNZIONALI
La Fit-Jazz EV concept presenta anche delle modifiche estetiche e funzionali. Se infatti la visione d'insieme ricalca le linee della vettura in commercio, la presa d'aria anteriore dell'elettrica è sigillata e così ci sono molto altri particolari che rivelano uno studio aerodinamico assai accurato, come lo spoiler che di fatto prolunga il profilo della coda, la pinna sul tetto, il fondo vettura carenato che termina in uno scivolo estrattore e le pinne intorno ai passaruota. Diversa anche la strumentazione, dove gli indicatori tradizionali sono sostituiti da quelli che hanno a che fare con l'utilizzo del sistema elettrico. Per completare il pacchetto ecologico della vettura, i gruppi ottici sono a LED mentre i sedili sono rivestiti di un tessuto biologico. L'appuntamento con la Fit EV è fissato per il 2012 e nel frattempo scopriremo se sarà anche Jazz, cioè l'Europa sarà ritenuto un mercato percorribile da Honda anche per le auto elettriche.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Prototipi e Concept , Honda , los angeles , car design


Top