dalla Home

Mercato

pubblicato il 17 novembre 2010

Magna Steyr interessata a Pininfarina

La storica carrozzeria piemontese potrebbe passare agli austriaci

Magna Steyr interessata a Pininfarina

Con la fine della produzione di Alfa Romeo Brera e Spider e il progetto di auto elettrica in collaborazione con Bollorè in alto mare le prospettive per Pininfarina non sono molto rosee. Nei primi nove mesi la perdita netta è salita da 33,8 a 18,1 milioni di euro e l'ultima relazione trimestrale dice che "Il risultato dell'esercizio presenterà una perdita netta superiore a quella del 2009 mentre la posizione finanziaria netta a fine 2010 è prevista maggiormente negativa rispetto a quella del 31 dicembre 2009".

VENDITA ENTRO L'ANNO?
In questa situazione sembra che in Piemonte stiano soppesando una proposta da parte di Magna Steyr, che dopo il naufragio dell'operazione Opel si sta concentrando sulle attività tradizionali. Lo hanno anticipato ad Automotive News fonti interne a Pininfarina e l'operazione potrebbe concludersi già entro il 31 dicembre. Magna Steyr acquisirebbe così l'expertise nel design e nella progettazione, oltre che i due impianti produttivi di Bairo e San Giorgio Canavese attivi tuttora nella produzione delle due Alfa Romeo. Pininfarina dal 2007 ad oggi è riuscita comunque a ridurre i debiti da 157 a 58 milioni di euro, anche attraverso la cessione di alcuni impianti come quello di Grugliasco alla Finpiemonte (che lo affiderà alla nascente nuova De Tomaso).

IL FUTURO A ORIENTE
Il futuro della carrozzeria fondata da Battista Pininfarina sembra sempre più guardare ad Oriente. Pininfarina collabora già da molti anni con i costruttori cinesi e ha da poco istituito un centro di ricerca in Cina. Sempre legato alla nuova proprietà cinese è il futuro della joint venture con Volvo, la Pininfarina Sverige AB, che produce la C70. Col restyling del modello le vendite sono salite da 6.159 a 8.019, ma la continuazione della collaborazione dipenderà dal nuovo piano prodotti della Casa svedese.

LA POSIZIONE DI PININFARINA
Intanto Pininfarina, su indicazione delle Autorità di Borsa e in relazione alle notizie stampa diffuse nella giornata odierna, ha ricordato che "il processo di vendita del Gruppo è iniziato con l'incarico dato a Banca Leonardo in data 5 agosto 2009. Ad oggi si è in una fase di raccolta delle manifestazioni di interesse da parte dei potenziali acquirenti". Fra cui potrebbe esserci per l'appunto Magna Steyr.

Autore:

Tag: Mercato , produzione


Top