dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 12 novembre 2010

La serie A si schiera contro la guida distratta

Buffon e Muslera: "Ci sono distrazioni che possono costare un gol, altre una vita"

La serie A si schiera contro la guida distratta

Il calcio, la più grande passione degli Italiani, diventa un'arma per combattere la più grande tragedia della società moderna: l'incidentalità stradale, la prima causa di morte tra i giovani al di sotto dei 30 anni. Questo week end, prima delle gare Juventus-Roma e Lazio-Napoli, la Fondazione ANIA coinvolgerà i calciatori e gli spettatori in un forte momento di sensibilizzazione contro gli incidenti sulle strade e, in particolare, li inviterà a riflettere sui rischi della distrazione al volante. "La guida distratta viene spesso indicata come uno dei principali fattori di incidentalità stradale, eppure non esiste da parte dei guidatori una corretta percezione di comportamenti abitudinari, ma fortemente a rischio - ha spiegato Sandro Salvati, presidente della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale -. L'obiettivo della campagna 'Pensa a guidare' è proprio quello di sensibilizzare su questo problema e dissuadere dall'assumere condotte di guida che possano mettere a rischio la propria vita e quella degli altri".

Domani verrà lanciato il messaggio "Quando guidi, pensa a guidare", cominciando da Torino nella serata di Juventus-Roma, quando un gruppo di atleti entrerà sul terreno di gioco e, al ritmo di musica, arriverà fino a centro campo dove comporrà uno striscione con il claim della campagna. Domenica, prima del calcio d'inizio di Lazio-Napoli, oltre 100 atleti guidati dal coreografo Nikos Lagousakos (lo stesso che ha organizzato le cerimonie di apertura di Atene 2004 e Torino 2006) entreranno in campo e si esibiranno in una danza al ritmo di una coinvolgente marcia. La performance terminerà al centro del terreno di gioco dove, sfruttando l'effetto ottico di pannelli colorati, gli atleti formeranno la scritta "Quando guidi, pensa a guidare".

Per dare ancora più incisività al messaggio, il portiere della Lazio, Fernando Muslera, e il portiere della Juventus e della nazionale, Gianluigi Buffon, hanno accettato di girare a titolo gratuito due spot contro la distrazione al volante che verranno trasmessi sui maxi schermi dei due stadi. "Di fronte a tanti incidenti stradali (nel 2008 si sono registrati 4.731 morti sulle strade italiane) non potevamo restare in panchina", hanno commentato Buffon e Muslera. "Ci sono distrazioni che costano un gol, altre che possono costare una vita. Per questo a chi è in automobile diciamo: 'Quando guidi, pensa a guidare'".

Backstage dello spot con Gigi Buffon, Fondazione ANIA

Fondazione ANIA ha coinvolto il mondo del calcio nella campagna contro la guida distratta "Pensa a guidare". L'obiettivo è sensibilizzare su questo problema e dissuadere dall'assumere condotte di guida che possano mettere a rischio la propria vita e quel

Gigi Buffon nello spot tv della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale

Buffon. "Ci sono distrazioni che costano un gol, altre che possono costare una vita. Per questo a chi è in automobile diciamo: 'Quando guidi, pensa a guidare'".

Autore:

Tag: Curiosità , VIP , sicurezza stradale


Top