dalla Home

Test

pubblicato il 5 novembre 2010

Mercedes R 350 CDI 4Matic Sport

Il grande SUV tedesco “Made in USA” che ama la strada

Mercedes R 350 CDI 4Matic Sport
Galleria fotografica - Mercedes R 350 CDI 4Matic Sport - TESTGalleria fotografica - Mercedes R 350 CDI 4Matic Sport - TEST
  • Mercedes R 350 CDI 4Matic Sport - TEST - anteprima 1
  • Mercedes R 350 CDI 4Matic Sport - TEST - anteprima 2
  • Mercedes R 350 CDI 4Matic Sport - TEST - anteprima 3
  • Mercedes R 350 CDI 4Matic Sport - TEST - anteprima 4
  • Mercedes R 350 CDI 4Matic Sport - TEST - anteprima 5
  • Mercedes R 350 CDI 4Matic Sport - TEST - anteprima 6

La possibilità di provare la seconda serie di Mercedes Classe R, appena commercializzata in Italia con una veste rinnovata e motori più efficienti, è stata per noi l'occasione perfetta per "toccare con mano" una vettura così particolare e per certi versi unica sul nostro mercato. Con una lunghezza che va dai 4.922 mm della versione standard ai 5.157 mm dell'allestimento passo lungo, la nuova Mercedes Classe R si ripropone infatti come SUV con forti connotazioni da station wagon/MPV, più bassa delle concorrenti (1.674 mm d'altezza) e dalle spiccate doti stradali. Un veicolo come questo, che in 5 anni di vendite italiane ha incontrato i favori di 7.000 clienti, è sì pensato e costruito negli USA per gli utenti delle strade nordamericane, ma punta a soddisfare le richieste di chi, anche da noi, cerca spazio, comodità e la qualità Mercedes.

NUOVO VOLTO BI-XENON
Una prima occhiata all'esterno fa subito capire che questa seconda serie adotta alcuni affinamenti estetici al frontale, ora caratterizzato da fari singoli e più squadrati che ospitano di serie lampade Bi-Xenon, alla sagoma del cofano motore e ai parafanghi che danno una maggiore impressione di larghezza. Il risultato è apprezzabile e con pochi tocchi che comprendono anche il nuovo disegno dei cerchi in lega permette all'imponente SUV della Stella di assumere un'inedita e più moderna personalità. Certo è che la sagoma massiccia continua a non nascondere le importanti misure esterne, ma nel complesso l'immagine sembra "ingentilita".

DIESEL, 7 POSTI E INTEGRALE
La vettura a nostra disposizione è una R350 CDI 4Matic in allestimento Sport, quello intermedio (fra Executive e Premium) che comprende già un buon numero di accessori. Come su tutte le Mercedes Classe R il cambio è l'automatico 7G-Tronic, la trazione integrale permanente 4Matic, oltre ai già citati fari allo xeno con luci diurne LED, cerchi in lega da 20", pacchetto cromature esterne e configurazione interna a 7 posti. Apprezzabile, quando si sale a bordo, è lo spazio a disposizione dei passeggeri sia davanti che nella seconda fila di sedili, senza troppi sacrifici neppure per la terza fila di viaggiatori; l'abbondante spazio esterno sembra quindi giustificato in vista di una notevole abitabilità interna, senza compromessi sull'altare dell'aerodinamica filante del posteriore.

INTERNI ALLA TEDESCA
Le finiture nell'abitacolo sono eleganti e robuste come ci sia attende da una Mercedes alto di gamma, senza uso eccessivo dei pelami e gli inserti in alluminio, di serie su questa versione, che non fanno rimpiangere il legno. Nel pieno rispetto della tradizione di Stoccarda sono il freno di stazionamento con pulsante e pedale di sgancio a sinistra (a quando un sistema totalmente automatico?), i sedili dall'appoggio comodo e tipicamente "compatto" e la levetta del cambio automatico al volante in stile USA che lascia libera la console centrale. In movimento la rumorosità interna è ai livelli minimi, con lievi fruscii solo dagli specchietti e dal rotolamento delle gomme.

265 CV PER GODERSI LA STRADA
Il 6 cilindri turbodiesel di 2.987 cc si dimostra da subito potente ed elastico al punto giusto da non far mai rimpiangere la presenza di un 8 cilindri. I suoi 265 CV e soprattutto la coppia massima di 620 Nm permettono a questa vettura di 2,2 tonnellate di muoversi con disinvoltura e velocità in ogni situazione, soprattutto nei trasferimenti autostradali che hanno costituito buona parte della nostra prova. L'abbinamento con il cambio 7G-Tronic è virtualmente esente da critiche e quasi mai si sente il bisogno di utilizzare le palette al volante per la cambiata manuale; anche provando a "smanettare" in manuale ci si rende conto di quanto l'elettronica sia in grado di gestire al meglio le condizioni di guida più comuni, sorpassi e partenze da fermo comprese. Appena avvertibile, ma non fastidioso, è lo slittamento di alcune frazioni di secondo nel passaggio fra una marcia e l'altra. L'assetto è di chiara matrice automobilistica e, almeno per quanto abbiamo potuto notare lungo il percorso di oltre 200 km in autostrada, ha una fermezza e una confortevole stabilità anche nell'affrontare gli avvallamenti e le asperità del manto stradale che paiono presi a prestito dall'ammiraglia Classe S. I consumi durante il nostro test si sono attestati un po' oltre gli 11 l/100 km, un dato peggiore rispetto alla media dichiarata (8,5 l/100 km) giustificato da una serie di rallentamenti e ripartenze veloci effettuate per testare freni, cambio automatico ed elasticità del propulsore.

DA 67.950 EURO
La Mercedes R 350 CDI 4Matic Sport da noi provata ha un prezzo di listino di 67.950 euro, mentre per la "passo lungo" occorre mettere in conto una spesa aggiuntiva di 1.810 euro. Gli unici equipaggiamenti a richiesta non presenti sulla nostra vettura e che ci sentiamo di consigliare sono i sedili Comfort anteriori con l'utile ventilazione attiva (1.300 euro), il regolatore di velocità/distanza Distronic (1.942 euro) e il sistema Keyless go (1.347 euro). Ogni altra possibilità di personalizzazione dell'abitacolo, dell'estetica esterna e di ulteriori dotazioni è ovviamente possibile andando a "pescare" dal ricco elenco accessori.

Scheda Versione

Mercedes-Benz Classe R
Nome
Classe R
Anno
2006 (restyling del 2010) - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
superiore
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Mercedes-Benz , autostrade


Top